INVOLTINI DI VERZA EMILIA ROMAGNA STYLE -MTC CHALLENGE

Lasagne di verza 2

Non ho mai partecipato alle MTC Challenge. Forse mi serviva proprio una di queste stimolanti gare per stuzzicare la fantasia accovvacciata sul divano.
A me gli involtini di verza son sempre piaciuti. Me li ricordo sin da piccina, quando era forse l'unico modo per farmi mangiare cavolo e carne macinata in una botta sola, espiando così il dovere morale di garantirmi una alimentazione corretta e bilanciata:D
Poi da grande non li ho più rifatti...Misteri della crescita, dimenticanza, o quel che sia, sta di fatto che quando ho letto la ricetta scelta da Mapi per la nuova challenge, ho deciso di cucinarli nell'immediato.
Ma farli nella versione canonica era troppo semplice!
Mi è venuto subito in mente di trasformare gli involtini in lasagne, tipicamente emiliane, piatto della mia terra.
Le sfoglie di pasta all'uovo sono sostiuite dalle foglie di verza sbollentate, e il ripieno è rappresentato da una besciamella lenta, salsiccia croccante e fettine di Cheddar..e non so se mi spiego :D

Lasagne di verza

Ingredienti per una teglia di lasagne di verza:
8 foglie grandi di verza
80 gr di burro
40 gr di farina
500 ml di latte
noce moscata
2 salsicce all'aglio
Cheddar
Grana padano

Sbollentare le foglie di verza in abbondante acqua salata, eliminando il pezzo costoluto presente alla base della foglia stessa.
Preparare la besciamella, sciogliendo 60 gr di burro in una casseruola, aggiungere la farina e formare una rue tostata sul fuoco. Dluire con il latte, condire con sale e noce moscata e lasciare sul fuoco finchè non si addensa.
In un'altra padella cuocere velocemnete la salsiccia privata del budello e sgranata con le dita, finchè non si rosola.
Ungere con il burro il fondo di una pirofila da forno. Sistemare sul fondo due foglie di verza, poi proseguire a strati con la besciamella, il Cheddar a fettine e la salsiccia (tenendone un pochino per la superficie),terminando con le foglie di verza.
Su queste ultime rovesciare gli ultimi ciccioli di salsiccia, fiocchetti di burro e un abbondante spolverata di Grana Padano grattugiato.
Infornare a 180° per 15 minuti e servire caldissimo.



Con questo piatto termino la mia settimana del cavolo, anche perchè il troppo storpia in tutte le situazioni!
Molti di voi mi hanno scritto a riguardo della difficoltà di proporre il cavolo sulla tavola, per via del sapore particolare, dell'odore persistente. E anche per via di molto pregiudizio al suo riguardo, frutto di atavici ricordi infantili.
Bene, questo piatto goloso, filante, saporito, conquisterà il palato anche dei più reticenti. 
Credetemi: PROVATELO!

33 semi di papavero:

Patrizia ha detto...

allora non scherzi con i cavoli tu?...anche giu'? ed io dov'ero quando hai fatto tutto questo? mi piace tutto , come dicevo da Lydia non sono vegetariana ma ad un piatto di carne preferisco mille volte un piatto cosi':)

alessandra (raravis) ha detto...

... e direi che ti sei spiegata benissimo, santa polenta (che è l'unica cosa politically correct che mi viene in mente, dopo aver letto la tua ricetta....)
ma come sono contenta- ma come sono contenta- ma come sono contenta, che ci sia anche tu, all'emmetichallenge- non te lo puoi neanche immaginare- santa polenta due :-))
un bacione
ale

Strawberryblonde ha detto...

buona la verza...!Ricetta invitante...da provare!

Stefania ha detto...

Che ricetta succulenta,
felice giornata
ciao♥

Gambetto ha detto...

"Le sfoglie di pasta all'uovo sono sostiuite dalle foglie di verza sbollentate, e il ripieno è rappresentato da una besciamella lenta, salsiccia croccante e fettine di Cheddar..e non so se mi spiego :D"
No no ti spieghi benissimo!...ed è proprio quello che fa più male! :PPPP
...anche perchè mi ritrovo di prima mattina a pensare ad una cena della prossima settimana...per la serie come variare il menu con golosità e aspettare che la mia ragazza dia la definitiva consacrazione allo spunto che qui rubacchio! :P ehehehehehehe
I complimenti a te non sono di prassi ovviamente ma dovuti e sentiti...prima con gli occhi, poi con lo stomaco....ma perchè la cosa si chiuda ti dispiace se aspetto il sorriso di chi mi sopporta alla prima forchettata?! :P ahahhaahahah
Un abbraccio e brava-brava-brava :)
PS
Se non le rifaccio buone come le tue posso scaricare il mio essere "inquieto" ai fornelli su di te!? :P ahahhahaahahahah

arabafelice ha detto...

Lo so che sono banale, ma non trovo altre parole per dirti che...adoro questa ricetta.

P.S. ma perchè non mi arrivano più gli aggiornamenti del tuo blog in blogroll? :-(

Mapi ha detto...

"..e non so se mi spiego :D"
Direi che ti sei spiegata benissimo!!! :-D Interpretazione golosissima della ricetta classica, perfetta per la stagione e... ahem... non è che me ne manderesti una porzioncina-ina-ina? :-p

Sono contentissima che partecipi anche tu!!!

QCne ha detto...

Molto stuzzicante, lo proverò di sicuro! La verza è uno dei pochi ortaggi buoni che si trovano in Germania :-)))

Manuela e Silvia ha detto...

Una specie di lasagna molto gustosa e formaggiosa! semplice da preparare e originalissima!
baci baci

Onde99 ha detto...

La gratinatura superficiale è da sbavo!

Alessandra ha detto...

Ecco una ricetta che posso replicare facilmente anche vivendo in Nuova Zelanda!

Grazie per l'idea

ciao

Alessandra

(anch'io sono emiliana, ma forse l'ho gia' detto...)

CorradoT ha detto...

Grande ricetta, versione coraggiosa!!
E chi dice che in cucina non si puo' inventare? Bravissima.
Ricetta copincollata al volo :)

l'albero della carambola ha detto...

Pagherei per avere questa pirofila davanti a me in questo momento... A me il cavolo piace e chiaramente l'abbinamento con la salsiccia è la morte sua...Mi piace questo piatto, potrebbe essere il mio piatto per questa domenica (la mia mamma mi ha portato delle salamelle mantovane che secondo me son perfette!). Bravissima!

EliFla ha detto...

MArò....a quest'ora non ce la posso fare a guardare una deliziosa pirofila così!!!! SLURP...bacioni, Flavia

Sonia ha detto...

molto originale e davvero squisito
in bocca al lupo
ciao

lucia ha detto...

ho comprato la verza e sto ancora pensando a come reinterpretare gli involtini, di modo che non devva mangiarmeli tutti io... il tuo piatto è una leccornia!! Ma non posso copiartelo, lo proporrò alla famiglie in un altro momento, ora todno a pensare all'MTchallenge... Ciao!

Alice ha detto...

prepara un posto a cena anche per me, cara. arrivo!!!!!

Eleonora ha detto...

e che cavolo! non mi inviti?
:)

stupendo piatto, lo "sbranerei"!!!!

Gio ha detto...

questa variazione è davvero gustosa! e poi adoro le verdure :)
in bocca al lupo x la sfida!

Merxit ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
viola ha detto...

In effetti è fantastico questo piatto, ma te lo dice una che i cavoli li adora in ogni modo!
Un bacione

Da & Mer ha detto...

Es fantastico! Delicioso!

Un blog muy bonito

Saludos Da y Mer

simoff ha detto...

ciao elga, ho fatto la segugia e pian piano sono arrivata fin qui..bellissimo blog, complimenti ..verrò a leggere le tue ricette e a farmi qualche tour con le tue foto...a presto

raffy ha detto...

che spettacolo...complimenti davvero!

Zia Elle ha detto...

Questa ricetta mi piace tantissimo, brava!! Me la segno e la provo, questo è proprio il periodo ideale per le verze!!

Erica ha detto...

Questa ricetta è deliziosa ^_^
Bravissima come sempre ^_^

Alex ha detto...

Oggi sono tornata a casa con una bellissima verza e ora che trovo finalmente un po' di tempo per girare per blog scopro la tua settimana del cavolo. Pefffffetto. Proprio in questi giorni pensavo agli involtini di verza che faceva la mia zia tedesca. Con ripieno di macinato. Mio padre li odiava :-DD
Meravigliosa la versione "lasagna style".
Bacio grande

fantasie ha detto...

E no, non è valido, ma perché siete sempre più numerose???? Non ce la farò mai!!! ;)

salamander ha detto...

e io ti credo! e proverò a cucinare queste meravigliose lasagne, visto che ieri mi è arrivato un cavolo dall'orto di mia mamma che è una meraviglia!!!
sai che anche qui, in piemonte, uno dei piatti tipici della tradizione sono gli involtini di verza con carne macinata? si chiamano capunit :)

Fabiana ha detto...

Ingredienti strabuoni, non ce n'è uno che non mi piaccia...salsiccia all'aglio, cheddar....grande scelta!!
Direi che non hai bisogno di convincerci....consideralo già fatto!

Un saluto, Fabi

La Gaia Celiaca ha detto...

ero indecisa anch'io fra le verzine e le verzagne, fortuna che ho scelto le verzine, che con le tue verzagne non c'era competisciùn!
bellissime e buonissime, mi par di sentirle!

salamander ha detto...

te lo devo dire te lo devo dire!!!! cucinato questo piatto stasera...tra un po' leccavo pure la teglia. ma che buono è vnuto??!!!??!!!!
ho solo apportato due modifiche (dettate da ciò che avevo in casa), ovvero per la besciaella ho usato del latte di capra e al posto della salsiccia ho usato carne macinata mista a salame di patata (tipico della zona in cui vivo). ah!!! ho anche sostituito il formaggio: ho messo del brie.
ma che buon piattino!
razie :)

Ginestra ha detto...

Mia cara, ti seguo da tanto, (non mi spiego perchè non mi arrivano gli aggiornamenti nel mio blogroll... ma con blogger ne vedo di cotte e di crude, oggi è già un miracolo riuscire a commentarti...)e non me ne pento mai! LA RICETTA l'hai "spiegata" talmente bene da farmi venire una voglia pazzesca di prepararla... sono strammirata e sbavante!

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs