POLLO DI TESSA ...MA ANCHE NO

Pollo di Tessa ma anche no

Sono costretta a dover ammettere pure io che penso di avere il bloggo.
Non sto scherzando, è che davvero, sento il bisogno di allentare un pò la presa con lo stress, positivo per carità, ma sempre stress del dover postare la ricetta.
Non dipende altro che da me stessa questo bisogno di rimanere collegata, però in questo periodo, scarseggiano la fantasia, la motivazione e la manualità. Fattori che agiscono come tremendi deterrenti sul mio animo, e quindi forse è davvero il caso di rallentare.
Spero di farcela, mi sento blog dipendente in questo senso. Vorrei avere più tempo a disposizione.

Sto leggendo da parecchie amiche di rete questo malessere, che sia contagioso?
A parte gli scherzi, quello che mi fa riflettere davvero, è quello che mi ha dato questo quarto figlio. E non sto parlando delle giornate nelle grandi aziende o dei regali che ho ricevuto.
Ma delle amicizie che ho trovato, dei contatti dei quali ho bisogno, delle parole e delle mail che ricevo da lettori sconosciuti.
Io ho davvero trovato delle amiche, donne che mi hanno incuriosito, che mi hanno fatto emozionare con le loro attenzioni, e consigli di cucina e apprendimenti che non derivano dai libri.
Un esempio è questa ricetta.
Se ne parlava con alcune blogger in merito all'autenticità delle ricette trovate nei libri di cucina, e questa in particolare di Tessa Kiros, mi ha stuzzicato l'appetito.
Non possedendo il libro non ho potuto verificare l'esatto dosaggio degli ingredienti e forse qualcheduno l ho pure dimenticato, ma sta di fatto che il pollo in questione era veramente da leccarsi le dita.

Per questo ho scelto questa ricetta per inaugurare questo 2011 che spero vedrà in me un cambiamento qualitativo e quantitativo, perchè deriva da rapporti veri, fisici con amiche di rete alle quali ho dato respiro, sangue e voce.
Il 2011 voglio che inizi all'insegna dell'amicizia e di rapporti veri.

Ricoprire un pollo tagliato a pezzi con senape, succo di due limoni, un pò di olio e sale.
Infornare a 180° per 40 minuti.
Meraviglioso.

33 semi di papavero:

Patrizia ha detto...

Mia carissima....nell'aria c'é un certo malessere é vero e te ne parlato anch'io e continuo a risentirlo anche se questa ultima settimana del 2010 ho sfornato tanto ma perché ero a casa a girare e rigirare tra i fornelli ad essere rilassata senza stress di lavoro e scuola...é staato facile! oggi ricomincio il tram tram e già la fatica che mi aspetta so' che rallenterà , dovrà per forza rallentare alcune cose e oltre tutto vorrei ed ne ho tanto bisogno di dedicarmi alla lettura di altro oltre che libri e riviste di cucina che cmq non mancheranno nel mio angolo di relax.
Un'abbraccio e felice 2011 che tu possa ritrovare tutti i tuoi propositi e poi perché no?
Pat

arabafelice ha detto...

E' un rischio che si corre, quello che il blog fagociti le nostre vite, lo vedo anche io.
Allora un giorno, o una settimana, o quel che e', di pausa non possono che essere terapeutici.
Ti abbraccio, Elga, augurandomi di leggerti sempre, e di leggerti rinnovata e piena di nuove energie :-)

Anonimo ha detto...

Cara Elga,
per incoraggiarti posso solo dirti che per quanto mi riguarda il tuo blog è un punto di riferimento quasi quotidiano e, come ti ho già detto, è quello che mi ha fatto riscoprire la voglia di cucinare e sperimentare. Ti abbraccio e ti auguro un sereno anno nuovo.
elena

Lisa ha detto...

Apprezzo moltissimo il messaggio di questo post e non posso che condividerlo, spesso dimentichiamo quelle che sono le vere cose importanti delle esperienze che viviamo. Il mio proposito per questo 2011 è proprio quello di cercare di godere e coltivare al massimo anche i rapporti virtuali, perchè fatti spesso di persone vere e meravigliose come te Elga! Un abbraccio Lisa

alessandra (raravis) ha detto...

Secondo me, c'è già iniziato, all'insegna dell'amicizia e dei rapporti veri...:-)
un bacione a tutti
ale

dolci a ...gogo!!! ha detto...

hai ragione tesoro il blog è davvero un bel impegno pero dona tante possibilità di conoscere scoprire nuove ricette instaurare dei rapporti che anche se virtuali donano tanta felicità...che spettacolo questa ricetta deve essere proprio saporitissssssima!!bacioni imma

Gambetto ha detto...

Probabilmente io non sono un vero e proprio food-blogger perchè malgrado abbia avuto ed ho tutt'ora la possibilità di migliorare sotto vari aspetti (intendo le mie pubblicazioni, le mie ricette, le mie presentazioni,...) non procedo oltre perchè ho valutato l'impegno da metterci come deleterio per i miei già ridotti tempi "liberi".
Ho sposato quindi la filosofia di 'convenienza' per la quale se piaccio non sarà certo per una foto bruttina a fare da ostacolo...
Ad ora ho un bilancio del tutto positivo per le persone che ho conosciuto ed io considera che vengo allo scoperto con ESTREMA difficoltà malgrado e per fortuna non mi manchi qualche occasione 'pubblica' per farlo.
Insomma se non sono nell'animo adatto per pubblicare non lo faccio pur avendo da sempre un ritmo di un solo post a settimana. Questo per dirti che non sono di certo un esempio visto appunto il mio essere consapevolmente un pò a margine di questo mondo pur tuttavia volevo condividerti la mia esperienza.
Come te e come molti altri penso che per le feste io ho cucinato come un forsennato...eppure non ho nemmeno una foto di quanto fatto. Insomma se voglio condividere qualche risultato mi tocca rimettermi ai fornelli...e questo ci sarà se sono nello spirito giusto, altrimenti il fatto solo che quanto abbia preparato abbia fatto fare dei bei sorrisi a chi conosco mi sta più che bene, il resto se c'è tanto di guadagnato :))))
Scusa se mi sono dilungato, cancella anche il commento se lo ritieni più opportuno.
PS
Essere costanti non vuol dire necessariamente essere davvero 'presenti' per gli altri e viceversa...insomma la qualità non è detto che coincida con una presenza sistematica.

Un abbraccio affettuoso da uno dei tanti estimatori di questo sito :))))

Gambetto ha detto...

Ho scritto di fretta e con tante ripetizioni...spero sia chiaro il concetto :PPP
PS
Il pollo, dimenticavo, lo provo di certo!! :D

veru ha detto...

Sono entrata nel mondo di chi scrive di cibo da poco e ho tutto l'entusiasmo del caso unito a zero ansia da prestazione che forse è quello che "frega" parecchi foodblogger...ritrovare il piacere di condividere ed ascoltare ecco il mio umilissimo consiglio Elga... quanto al pollo rispecchia alla perfezione la mia teoria:veloce e semplice è meglio:) bacioni

Edda ha detto...

Non ci crederai ma anch'io l'ho adocchiato due giorni fa' e mi sono detta che dovevo farlo. Adesso è sicuro.
Sono d'accordo con Araba, le pause sono essenziali e danno sempre nuove risorse. Prendi il tempo che vuoi, ma torna deliziarci e farci sentire in una casa piena di profumi :-) Baci

Kitty's Kitchen ha detto...

DAIII! Che è un periodo passeggero a volte tra le tante cose da fare il blog diventa fonte di stress allora è giusto allentare respirare e ripartire con più grinta. E ti auguro di cuore che questo 2011 te ne porterà tanta. Un abbraccio

Edda ha detto...

Dimenticavo, mi piace molto ciò che ha detto Gambetto (sempre sottile e intelligente), lo terrò a mente. Bacioni

Genny @ alcibocommestibile ha detto...

imparando la lezione di gambetto, arrivo per prima cosa a dirti che ho cotto un pollo che avevamo in comune e che giaceva in freezer con questa stessa ricetta tra natale e capodanno:D e che questa è una delle coincidenze incredibili e dei segni di "sintonia" che ci possono essere tra due persone...
per tutto il resto sai che ancheio sono a un punto morto...ma un po' di pausa ci farà solo bene:D e torneremo poi pimpanti e scattanti:D
tutto sommato penso che avere un vita bella fuori dal blog, sia la vera fonte delle nostre risorse:D

CorradoT ha detto...

Cara Elga, avevo anch'io quel malessere che hai citato. Ho preso spunto da te e ci ho fatto un post, dove sei anche citata
Buon anno ! ! ! ! !

Elga ha detto...

Patty@ Lo so che navighi in acque simili, penso sia davvero un periodo, bisogna tirare delle somme, fare dei bilanci..

Stefania@ Il riposo è sempre la cura migliore!

Elena@ Grazie, davvero di cuore. Sapere che ci sei per me è importante!

Lisa@ Chissà che non ci si incontri prima o poi!

Ale@Bacio quadruplo

Imma@ Baci

Gambetto@ Grazie, come sempre usi le parole nella maniera migliore e mi sei sempre d'aiuto!

Edda@ Veru, Kitty@ Non me ne vado tranquille :D

Genny@ Ti adoro, ma già lo sai

Corrado @ Vengo a dare un occhio al tuo sfogo :D

La Gaia Celiaca ha detto...

pollo buonissimo.

sul resto.
io sono una quasi nuova dei food blog, nel senso che il mio ha "solo" un annetto. in quest'anno ho imparato tanto, tantissimo, devo dire che cucino meglio e più consapevolmente, però a volte, ad esempio adesso che sono qui mentre i miei figli si "pestano" di là e mio marito bofonchia che sto sempre o in cucina o al computer, mi rendo conto che si esagera.
altre volte invece mi sembra tutto scontato, e inutile, che senso ha pubblicare una ricetta che, anche le meno ovvie, sarà stata già pubblicata da altri almeno dieci, che dico dieci? cento! volte?

boh, eppure stiamo qua. finché ne avremo voglia. poi credo che passi. ho visto blog anche molto belli morire in un amen. dipende da come ci sentiamo.

ti auguro un ottimo e splendido 2011! e di continuare a pubblicare per la nostra gioia, che fai sempre delle foto splendide e delle ricette anche meglio!

Juls @ Juls' Kitchen ha detto...

l'ho notato anche io questo malessere... io ne ho sofferto verso la fine dell'anno.. come ne sono uscita? ho deciso di postare solo e se ho voglia di farlo, tenendo il mio ritmop, e non quello che mi ero autoimposta, perché finché rimane una passione, è giusto assecondare i ritmi che meglio gli si confanno!
quanto al Pollo di Tessa, io non posso fare a meno di sottolineare ancora una volta quanto la adori!
ti abbraccio e ti auguro un buon anno, con il ritmo a te più adatto!

Erica ha detto...

Come lettrice appassionata del tuo blog (anche se non parlante), ti dico questo: chi ti legge lo fa per il piacere di leggerti. E se anche non è a cadenza fissa chissenefrega!! Non sei (tu, come nessun altro blog) un bollettino del telegiornale, e non te l'ha mica ordinato il dottore di pubblicare un post alla settimana, o più, o quel che è. Hai aperto un blog per il piacere di condividere e raccontarti, e così dev'essere. Sempre.
E chi ti legge con lo spirito giusto, capisce anche il bisogno di staccare, la vita "vera" che richiede più tempo, o anche solo la giornata "no, oggi non c'ho voglia me ne vado a fare una passeggiata". ;)

Lilly ha detto...

Cara Elga, una piccola pausa l'ho preso anche io.Ho preso la mia machina foto per fare due foto anche fuori dalla mia cucina.Importante e tornare con la voglia di fare e di conoscere belle persone.Come te.

Simo ha detto...

E' vero cara, ogni tanto si sente il bisogno di staccare, di cambiare...ma non lasciare.
Si perchè ormai si è instaurato una sorta di legame fra noi tutte, anche se non ci siamo mai conosciute...legame che in certi casi va al di là delle amicizie reali.
Quindi mi mancheresti...prenditi il tempo che ti serve, ma torna, neè?!
Bacio!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! Ma dai, non devi vedere il blog come un'ulteriore impegno, ma come un modo per svagarsi dai problemi quotidiani e soprattutto divertirsi.
Consultare, leggere e chiaccherare, queste sono le cose che contano nel mondo blog...e soprattutto non sentirsi obbligati a farle...ok?!
Bella e semplice questa ricetta, daltronde con il pollo si va sempre sul sicuro.
baci baci

Aiuolik ha detto...

Mi sento un po' bastian contrario (ma in fondo ci sono abituata) ma, forse perché ora ho più bisogno del blog e del mio spazio, io la voglia di bloggare al momento non l'ho persa, anzi mi sento ancora dipendente dalla mia Trattoria virtuale e se non pubblico un po' ci rimango pure male... Ho sempre detto, però, che il blog va portato avanti finché ci si diverte a farlo, per cui non trovo niente di strano se una o più di noi hanno voglia di staccare un po' da questo mondo...magari si torna più forti e vigorose di prima, chissà! Io so solo che se scriverai sarò qui a leggerti e se non scriverai saprò che hai altro per la testa e andrà bene così :-)

Ciaoooo!

Patrizia ha detto...

Elga...faccio il bilancio certo ma forse ho anche fatto una bella "indigestione"...

giulia pignatelli ha detto...

Bè, il problema è solo nostro, allentare fa bene e il blog non è l'unica cosa della vita. Quando poi si ritorna a postare dopo un periodo di pausa, si è più carichi di prima ;)))) Buon anno e pollo dall'aspetto magnifico, me ne mandi una fetta?

Anna Maria Simonini ha detto...

Giovedì 13 Gennaio 2011 i Feeder di RadioNation si lanceranno in nuova temeraria esplorazione: la prima diretta radiofonica mondiale di Food Styling assieme a Roberta Deiana, food stylist e scrittrice.

Che rumore farà una decorazione? Come si fa a capire che un cibo è diventato più bello via radio? E soprattutto, quale piccolo alimento indifeso sarà vittima di questi folli esperimenti?

Scopritelo giovedì 13 Gennaio alle ore 20.00 su Radio Nation!

Per ascoltare la Web radio:
1) Andate sul sito http://www.radionation.it/
2) Selezionate il canale Radionation 1, che si aprirà automaticamente*
3) Gustatevi Feeder!

*In caso contrario, si può aprire lo stream diretto di Radionation 1 scaricando il file .pls che si trova a questo indirizzo: http://radionation.it:8080/listen.pls

Ely ha detto...

Penso capiti un pò a tutti, si arriva poi alla frenesia di fare sempre tutto meglio, la ricetta mai fatta, la foto favolosa, i 100 commenti... e poi ti rendi conto che non ti rende più felice solo più stressata.... parlo di me s'intende.. e quindi ho imparato a fare i post e a curare il mio blog con piacere... se ho voglia lo faccio se no lascio stare... e faccio le stesse cose con i blog delle amiche, non importa la foto o la ricetta, quello che importa è la persona che ci stà dietro... un bacio e spero di continuare a rileggerti sei una delle mie muse...
Ciao Ely

Elga ha detto...

Patty, a me è piaciuto molto il tuo sprint natalizio, anche perchè hai proposto un sacco di belle ricette.
L'indigestione è molesta, ma poi passa, vero?

caramel à la fleur de sel ha detto...

Carissima Elga,
mi unisco al coro delle altre: questi periodi servono per ripartire con più grinta. ^ - ^
Io ti seguo da sempre (anche se scrivo pochissimo) e continuerò a seguirti sempre, sei un punto di riferimento importantissimo. Un abbraccio fortissimo e buon 2011!!!

salamander ha detto...

cara elga, io ho un blog da pochissimo tempo, da ottobre, quindi sono una neofita in questo campo.
però ti posso dire che non mi sono mai posta degli obiettivi, un certo numero di post e cose così..posto se e solo ne ho voglia. cucino un piatto perchè mi va di farlo, e solo dopo penso di scattare una foto e pubblicarlo. in questo modo riesco a non crearmi dello stress.
probabilmente la tua è stanchezza...a forza di tirare la corda prima o poi si arriva ad un punto di stanchezza "estrema". ma concordo con chi prima ha scritto che un po' di riposo servirà per poter ripartire con più grinta!
un abbraccio e buon anno!!!!
beh e ovviamente complimenti per le ricette...sono tutte favolose!

Gio ha detto...

stress da post-festività? può essere...
l'importante è non forzare la mano e fare sempre ciò che ti da soddisfazione senza stress altrimenti il blog che svago sarebbe? :)

Dolci Fusa ha detto...

Ciao Elga,
il sito che mi hai consigliato mi ha spedito a solo mezza giornata dall'ordine!
Grazie ancora per il tuo aiuto.
Ah, ti ho aggiunta nella mmia pagina "blog's links", nella sezione cucina.
Baci,
Veronica

Fico e Uva ha detto...

Carissima Elga... se è questo quello che senti prendi gli spazi che ti servono per rigenerarti e vedrai che i tuoi post saranno sempre più specchio di questa tua nuova serenità.
Noi come sempre ci saremo e ti aspetteremo.
Un abbraccio
Fico&Uva

°.°. PIPS .°.° ha detto...

sembra davvero buonissimo,a me il pollo piace in tutti i modi! mi segno la ricettina! vedrai che andràtutto bene, stai tranquilla, che il 2011 è ricco di cose belle anche per te ;) un abbraccio

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs