Cappellacci di Zucca



..e dico miei perchè nella zona del ferrarese ognuno ha la sua ricetta, anche se gli ingredienti base sono gli stessi, viene personalizzata in dosi, quantità e ingredienti segreti. Resta il fatto che sono squisiti, una vera specialità di pasta all'uovo ripiena di zucca, formaggio, noce moscata e zucchero. Ieri, come ogni domenica che si rispetti, li abbiamo preparati per elevare il gusto del pranzo festaiolo ma non contenti abbiamo preparato anche un altro ripieno per cappellacci..un esperimento...il battuto di patate dolci.
Ho cotto la zucca ( 1 intera basta per 6 uova di pasta) e le patate dolci nel forno per un'ora abbondante a 180°. Poi le ho passate nello schiacciapatate in due terrine differenti.




Per il ripieno di zucca ho aggiunto 3 cucchiai abbondanti di zucchero, 2 cucchiaini di noce moscata, pepe, sale e parmigiano grattuggiato fino al punto di dargli una consistenza pastosa e soddisfacente per il palato! Per quello di patate dolci ho aggiunto 1 cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di noce moscata e 100 gr di parmigiano.
Per la pasta all' uovo ho impastato 6 uova con 600 gr di farina 0 e 3 cucchiai di acqua e un pizzico di sale: deve risultare elastica e compatta. Lasciata riposare per mezz'ora. Con la macchinetta tira pasta ho ottenuto una sfoglia sottile circa 2 mm, ( non sono ancora abbastanza brava da tirarla con il mattarello) e con quell'attrezzino taglia pasta, che basta far scorrere sull'impasto ho ricavato quadratini giusti giusti per i cappellacci (esiste anche per versione tortellini). Ho farcito la pasta con un mezzo cucchiaino di ripieno, chiuso il quadrato a triangolo e sigillato le due punte esterne attorno al dito indice, l'angolo del triangolo rimasto libero l'ho piegato verso il centro, verso il ripieno in tal modo da dargli la forma di un cappello. Serve pratica e vederlo fare ma non è difficile. Ho posto i cappellacci ad asciugare su un vassoio coperto da un canovaccio, e quelli di zucca ogni tanto li ho girati cosi da far fuoriuscire l'umidità prodotta dalla zucca. Questo è il risultato:
Li ho cotti in abbondante acqua salata, per pochi minuti e conditi con una sano ragù alla bolognese, ma purtroppo non sono riuscita a fotografarli da cotti..sono spariti in un lampo!


0 semi di papavero:

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs