SI RICOMINCIA CON UN MATTONE ALLA VOLTA



In tanti mi chiedono se ho smesso di far mangiare i miei figli, se ho smesso di nutrire me stessa.
Ovviamente la risposta è no.
Ho solamente cambiato certe priorità. Per me che nel cibo trovavo conforto e forza è stato difficile incanalare le nuove energie, positive  negative, in un'altra direzione.
Perchè farlo poi?
Perchè era necessario. Non è detto che quel fare che fino a quel momento si rivelava vitale, o perlomeno il perno su cui girava tutto, fosse efficace contro tutto e tutti.
Il cibo rappresenta gioia. E se la gioia per un momento si nasconde, la cucina, ho capito che non era l'esca per farla tornare.
E lo stesso discorso vale per la condivisione. Non volevo condividere il nulla.
Ho passato molto tempo a riflettere su cosa fosse meglio per me e per i miei figli, La risposta l'avevo sotto agli occhi, vederli sereni. Questo pian piano ha contagiato anche me, liberandomi da tanti fardelli e aiutandomi a vivere la mia vita con più serenità.

I sedici anni di mio figlio sono arrivati in fretta, e velocemente ho preparato questo dolce, goloso e fresco, la cui ricetta potete trovare qui.
Per ora niente improvvisazione, solo sani spunti in giro per il web, con gli angoli limati da me.
E poi chissà cosa porteranno i giorni nuovi, per ora sono ancora preda dei venti.

Commenti

Post più popolari