BRIOCHE da CONTAMINAZIONE IKEA






Biscotti ikea



Lunedì scorso eravamo a casa entrambi dal lavoro e Stefano al mattino esordisce dicendo "Farei volentieri un giretto all'Ikea.." e io ho annuito distrattamente pronunciando un flebile "Anche io.."..ma dentro di me stava già iniziando a crescere l'inesorabile frenesia da shopping...
In macchina verso Bologna-Casalecchio, Stefano fa la seconda sua uscita"Tanto non dobbiamo comprare niente! Andiamo così solo per farci un'idea.."
E io dentro di me penso" E no mio caro, ti sbagli! E di grosso:))" ma annuisco e gli do ragione.
Nella mia mente incomincia a prendere forma la deliziosa immagine del mio rientro in casa carica di sporte di carta marroncina, scatole e scatoline da aprire. Finalmente farò mia l'alzatina in vetro che tanto desidero, e anzi inizio a progettare un'infornata di bignè da sistemarci in ordine, oppure tamezzini?? mah lasciamo che sia l'alzatina ad ispirami! Poi finalmente riuscirò a comprare la frusta Nigella style, quella piccola, orizzontale, laccata di rosso..e siiii il piatto da portata in porcellana bianca che è caduto rovinosamente a terra l altro mese.. Che merviglia!

Sono fremente mentre varco l'ingresso del mega store.Iniziamo a passeggiare incuriositi fra le varie combinazioni d'arredo e inevitabilmente inizio a pensare che si potrebbe cambiare qualche mobile in casa, che ne so..mi sevirebbe proprio una vetrinetta nuova per miei bicchieri e piatti..ma se acquisto quella devo cambiare l'intero arredameno della sala da pranzo....
E la cucina?? Certo che quella bianca, vecchio stile, maniglie dei pensili in stile inglese, è veramente veramente deliziosa..potremo fare un pagamento rateale.."Che ne dici, amore?"
Uno sguardo gelido e fulminante mi atterrisce in un secondo, mi arrendo..tanto fra un pò si scende al reparto oggettistica!





Marmellata ikea

All'inizio me la prendo comoda, inizio a vagare come se fossi sotto l'effetto di sostanze stupefacenti fra bicchieri , posate, scolapasta, caffettiere...ma quando mi rendo conto che dell'alzatina, della frusta e del piatto da portata non c'è nemmeno l'ombra, affero una commessa e con fare poco da gentildonna le domando dove siano sistemati..
Lei, di conseguenza, abbastanza intimorita dal mio scarso applombe, mi risponde che li hanno terminati..."Terminati???????" ma siamo impazziti??? Chilometri e chilometri agognando un bottino pantagruelico e non c'è niente?????? Ero imbufalita.
Corro da Stefano e gli chiedo di andare a casa immediatamente. Altro sguardo inceneritore. Va bene rimaniamo, mi consolerò con qualche hot dog svedese e ....si, mi rimane la bottega Ikea Food!!!!
Mi riprendo all'istante dallo sconforto, e butto nel carrello strofinacci, una terrina di porcellana, delle posate carine con il cucchiaio quadrato, un tappeto per il bagno e dei cuscini nuovi per il divano.
Approdo alla bottega svedese e inizio a ricaricarmi di nuova energia, quella della Foodblogger alla ricerca di prodotti insoliti:)) Non tovo nulla di eccezionalmente strano e introvabile ma butto nel cestino una marmellata di mirtilli neri dal colore meraviglioso, del formaggio semistagionato del quale non riesco a tradurre il nome, ma dalla figura sulla confezione deduco che sia prodotto da dei frati infreddoliti..e poi ancora delle gallette ai cereali preparate con farina integrale di segale, farina di frumento, farina di avena, farina di orzo e semi di sesamo. Buone, croccanti e leggemente amaronole, le abbiamo gustate co il formaggio e la marmellata di mirtilli.
Infine compro pr le bimbe dei biscotti integrali a forma di letterine..loro si sono divertite a fare colazione cercando il modo di scrivere il loro nome con questi biscotti, peccato però che si riuscisse a scrivere solamente IKEA..tanto per fortuna, loro non sanno leggere:))




Gallette Ikea

Dopo questa esperienza devastante per i miei nervi, tornata a casa, ero comunque contagiata dall'atmosfera dei paesi del nord europeo..casa estremamente curata e illuminata, tappeti e vasi di fiori sistemati accuratamente per terra, rispetto per tutto e tutti indistintamente, senso della famiglia elevato all'ennesima potenza, e cibo salutare, ricco di acidi Omega 3 , di fibre, di cereali e di pasti sosanziosi e anti freddo. La mia vena golosa da romagnola DOC, si è mescolata con il nord Europa, e ho voluto preprarare delle altre brioche, che sarebbero risultate magnifiche sopra un alzatina che dico io.., ma comunque buone.


Brioche danesi

L'impasto è quello del Danish Braid, che avevo sperimetato la prima volta per la sfida dei Daring Bakers. Anche quela volta avevo però seguito la ricetta di Elena, grande appassionata di questa pasticceria, e infatti per la peparazione vi rimando al suo post, completo di fotografie necessarie se vi volete cimentare nella treccia danese.

Per queste brioche, una volta ottenuto l'impasto già lievitato, anzichè tagliarlo nella maniera per ottenere la treccia ho ricavato delle strisce rettangolari larghe 4 cm e lunghe8 cm . Su di esse ho splamato un velo di crema pasticcera e sistemato delle gocce di cioccolato, poi ho avvolto la striscia di pasta su se stessa ottendendo una specie di fiore. Cottura in forno a 180° per 15-20 minuti, previa spennellatura con latte e zucchero a velo.

Richiesta fondametale per la mia salute mentale:

Se qualcuno possiede o è a conoscenza di dove si possa trovare la ricetta per preparare le DelicatoBoll di Ikea,per favore MI CONTATTI IMMEDIATAMENTE...soffro già di dipendenza!

44 semi di papavero:

sara ha detto...

errore gravissimo!
al'ikea non si va mai pensando di non comprare niente, perche' l'ikea e' uno dei gironi dell'inferno dantesco, un ricetacolo di tentazioni :D
all'ikea si vaper un po' di sano shopping complsivo....perpoi lasciare meta' della roba alla cassa, in preda ai sensi di colpa(io lofaccio sempre!)
quante belle ricette cara...
ti stupiro' con la mia prima cena per luk, che postero' preto :D
sara fiordiivoa

anna maria ha detto...

Ciao Elga,ti capisco:io quando vado all'ikea rischio anche di firmare delle cambiali:candele,utensili,oggettini vari. Penso di andarci la prossima settimana,in mattinata.Pensa che da 6 mesi c'e' anche l'ikea a Parma,quindi io sono in mezzo,tra Parma e Bologna....

Dolcienonsolo ha detto...

Sei stata bravissima a raccontare...mi hai fatto vivere la tua giornata!

manu e silvia ha detto...

ma dai, non si può andare all'ikea senza tornare a casa con qualcosa!!
anche noi abbiamo fatto un giretto tra il reparto cibo...e per quanto scettiche..qualcosa di appetible abbiamo trovato!!
Le brioschine purtroppo non rientravano tra questo, però in caso..ti faremo sapere!!
bacioni

GG ha detto...

Ah, ah, ah!
Mi hai fatto ridere con il tuo racconto!!!
Un bacione, GG

Serena ha detto...

Elga, le Danish Pastry sono magnifiche!
P.S. Il giro all'ikea l'ho fatto venerdi sera. Bottino: cuscini nuovi per le sedie della cucina, un plaid del verde spiccicato del letto, 12 tazze 12 di vetro di vari colori e un'infinità di balloon per vino rosso... :D
Ah, alla bottega ho preso invece della marmellata di arance con estratto di fiori di sambuco...non so cosa farci ma la vedo bene con una frolla al cacao...

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro io ci sono stata poche volte e ogni volta ci ho svuotato il portafoglio quindi mi tengo a debita distanza!!!!le brioche sono una magnificenza come sempre del resto!!!!!!un mega bacio!!!
p.s.ho cambiato il titolo del mio blog:dolci a gogo e un pizzico di salato....insomma anno nuovo blog nuovo che ne pensi????baci

Carolina ha detto...

Io credo che all'Ikea sarebbero capaci di farti comprare anche un vasetto contenente aria... Te lo impacchettano bene-bene, te lo vendono a 2 euro e 90 e tu lo compri... Un classico! Ma alla fine va anche bene così... Comunque io riesco sempre a venire via con il portabagagli della macchina pieno di quelle buste marroni!
Carinissima la scritta Ikea con i biscotti!

Mariluna ha detto...

Elga...appena rientrat da Alinea che somiglia ad ikea....dietro mio suggerimento stamattin ad aldo...abbiamo riempito il carrelo di piatti,bicchieri,tovagliette e un mobiletto da sistemare le mie riviste di cucina,qui vicino al pc...e poi abbiamo mangiato dove c'é il reparto alimentare, indovina????? le carrellino c'é la fleur de sel alla vaniglia, iun tè rosso alla liquirizia, un sale zenzero e tè verde e poi avrei vluto altro ma era tempo di rientrare i sadi si ma poi spendi troppo!!! Abbiamo la stessa mania a qunto pare ed io che ho cercato insistentemente il famoso rigalimoni che non ho trovato!!! l'occasione di ritornarci.
Buona domenica e prendo nota ineitabilmente della tua ricetta.
Baci

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Volente o no dall'Ikea si esce con qualche idea nuova, o qualche accessorio nuovo ... Le tue paste sono strepitose, come sempre! Slurp!

cibercuoca ha detto...

Buonissimo il tuo racconto,abbiamo la stessa mania , sempre esco con qualche accesorio nuovo .
Bacione..
Noi non abbiamo ikea ,

NIGHTFAIRY ha detto...

Pensa che io non sono riuscita a comprare niente!ghgh..miracolo!

antonietta ha detto...

wow!x me ikea è sinonimo di giornata super con 2 amiche, ci siamo crogiolate in tutti i reparti, assaggiato tute le delicatessen e soprattutto abbiamo dato sfogo al nostro hobby"dire male di tutto e di tutti"
Ah, che bel relax!

Mary ha detto...

io è da tempo che chiedo a mio marito di andarci a l'kea vorrei comprare un po di cosuccie !

Simo ha detto...

OH mamma, io cerco di non andarci troppo spesso, che sennò delapido il conto in banca!!!!!!!
Come si fa a non comprare, ditemelo voi!
Un bacione1

Ady ha detto...

Io la frusta l'ho trovata però quella a spirale, hai presente?
Poi ho comrato un meraviglioso mortaio in marmo nero ad 8 euro e 90 centesimi,pensa che io devo arrivare ad Ancona o Roma...di solito vado ad Ancona è più vicina.
La marmellata di mirtilli neri è buonissima proprio sopra le gallette, hai provato quella di mirtilli rossi?
Le tue brioche sono meravigliose!un bacio

Laura ha detto...

Eh eh...l'Ikea è rovinosa!E io ne ho due vicine (Corsico e Carugate) e ne stanno costruendo una anche dove vivono i miei...3 nel giro di 50 km sono deleterie!!Io mi sono presa l'alzata in vetro con coperchio, quella per pasticcini sempre in vetro e un sacco di barattoli, piattini....però dopo Natale era tutto finito! E mi si è rotto un piatto da dessert!! Nel reparto alimentari invece compro sempre il succo di lingonberri (che nn so come si scrive), la marmellata di lingonberri e l'arrosto e il salame di renna...buoni!! Ciao

Rossa di Sera ha detto...

Pare proprio che tutte noi siamo contaggiate dal virus Ikea! :-)) Nemmeno io esco a mani vuote, però ci vado 1 volta all'anno, sono brava, eh?

L'alzata la volevo anch'io, ma erano finite e non le hanno più portate.. Peccato, ma ci riproverò.
Al reparto alimentari prendo i salamino piccanti affumicati di renna ( e ci faccio uno spuntino in macchina!), la marmellata di mirtilli rossi ( eccezzionale con tutto!), le aringhe al senape e all'aneto e poi a seconda delle voglie..

Il tuo racconto è spettacolare, brava!

Buona notte e buon inizio settimana!

lenny ha detto...

E' una bella rivincita quella di consolarti con le brioche svedesi: l'alzatina alla prossima ...
Baci

Onde99 ha detto...

Secondo me l'Ikea, più di tante boutiques rinomate, rappresenta il sogno e anche il minimo comun denominatore di ogni foodblogger... Se non fosse la fila alle casse a scoraggiarmi, io tornerei sempre a casa carica di gingilli... E poi, come hai detto tu, l'arredamento e l'oggettistica suggerisono un'idea di famiglia unita, calorosa, ordinata, gioiosa e cibo-riferita, come cerco di far diventare la mia dopo ogni visita. E le tue brioche sono straordinarie, mi ricordano il pain aux raisins francese, solo col cioccolato!

Camomilla ha detto...

Ciao Elga!
Mi sono davvero ritrovata nella descrizione di te stessa all'Ikea, anch'io mi aggiro per il reparto dell'oggettistica come se fossi in trance! E che dire dell'alzatina??? La volevo anch'io, purtroppo per due volte consecutive non sono riuscita a trovarla... sigh!
Favolose le brioches che hai preparato, non vorrei una questa mattina per colazione!
Un bacione e buon inizio settimana!

Virginia ha detto...

Elga sei un mito!
La tua prima parte del post rispecchia alla perfezione il mio inizio giornata di ieri!!!
Sulla ricetta, ahimè, non so dirti niente!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ogni volta che vado all'Ikea dovrei comprare un mobile in più per contenere tutto il resto che compro! Non so quale alzatina tu intenda, ma la cercherò alla mia prossima visita.

E ora cosa darei per una picccolisssssima briochina :-))
Bacione
Alex

Aiuolik ha detto...

Qui l'IKEA non c'è anche se si vociferano che la vogliono aprire...dovrò farmi un giro in qualche città in cui c'è per capire tutto l'entusiasmo? Per ora mi basta il tuo blog che è già una gran bella pubblicità :-)

muffin girl ha detto...

azz anche io voglio andare all'Ikea a comprare qualcosa... altro che prozac, lo shopping compulsivo è l'antidepressivo migliore del mondo!!!

Fra ha detto...

Io parto sempre per l'Ikea con l'idea di non comprare nulla, ma poi esco carica di sacchetti con dentro mille cavolate! E' troppo divertente
Le brioche sono bellissime e scommetto anche deliziose
Un bacio grande

LUBY78 ha detto...

VIVO A 5 MINUTI DALL'IKEA,CI VADO ALMENO UNA VOLTA AL MESE(QUANDO NON HO TEMPO...ALTRIMENTI ANCHE 3!)E NON MI STANCHERO' MAI DI ANDARCI!
L'UNICO APPUNTO CHE TI FACCIO E' CHE SONO STATA NEI PAESI DEL NORD,MA LE LORO CASE SONO MOOOOOOOOLTO AL BUIO AL CONTRARIO DI QUELLO CHE CREDI!
NON TI DOMANDI PERCHE' VENDONO TANTE CANDELE?
IN OLANDA SONO VISSUTA PRATICAMENTE AL BUIO,APPENA TORNATA LA PRIMA COSA CHE HO FATTO E' STATO...ACCENDERE OGNI LAMPADA,LAMPADARIO,PIANTANA,INSOMMA TUTTO!!!!
COMUNQUE
OGNI VOLTA ALL'IKEA COMPRO,COMPRO,COMPRO...
ACCIPICCHIOLINA ORA CHE LO SCRIVO MI ACCORGO CHE SONO DIVENTATA IKEA-DIPENDENTE!
BACIO E COMPLIMENTONI PER LE TUE RICETTE,TORNERO' A TROVARTI!

Mara ha detto...

io evito l'ikea come un cane impestato per non ritrovarmi come te...... mamma mia, anche io sono così.... anche se vado al supermercato!!! Fa un pò te.... vedo che ti sei rifatta benissimo però con le brioches.... una meraviglia

Claudia ha detto...

Elga...
ma t'immagini che nel profondo, profondissimo sud chiamato "isolecomprese" non c'è l'IKEA?
arghhhhhhhh!
però mi hai fatto ridere un mondo ahahahahah
*
cla

Ciboulette ha detto...

Li ho riconosciuti subito i kanelbullar di Elena!!! Ti sono venuti davvero da sballo, mi fai tornare la voglia di rifarli!!!!

Troppo divertente il tuo racconto..anche perche' la sensazione di aver anelato qualcosa cosi' intensamente per sentirsi dire "mi dispiace non c'e'" la conosco benissimo, come quella di passare abbastanza indifferente tra l'arredamento con l'impazienza di arrivare all'oggettistica, e la felicita' di finire con un giro alla bottega svedese!!!!!!!! Li' compro spesso un brik con un preparato di farine per il pane di segale...magico!!

Un bacio cara Elga, per i tuoi figli devi essere davvero come una sorella!!

elisa ha detto...

beh..se l'ikea ti fa sfornare ste delizie la prossima volta che ci vai dopo passa da casa mia..ciao Elguccia..

Lo ha detto...

Elgaaaaaaaaa...ahahah che ridere...rido perchè riconsoco in te quell'esatta follia da spirito ikea che mi prende...in ogni caso sono da denuncia...lasciarti senza alzatina!!!! e prende anche a me l'attacco svedese da riordino casa al rientro....siamo malate? su su mangiamo le brioshe...
un bacione

brii ha detto...

povera elguccia...
spero che trovi l'alzatina la prossima volta..:-**

per consolarti..ti passo la ricetta
dei delicatoboll...o
meglio..negerbullar come si chiamavano orginariamente.


Ingredienser
100gr di burro
2 tazze di fiocchi d'avena
1 tazza di zicchero
1 cucchiaio di zucchero vanigliato
1 cucchiaio di caffè forte
2 cucchiai di cacao amaro


preparazione:
tutto insieme allegramente.
mescolare finchè non ti viene una massa modellabile.
se è troppo asciutta aggiungi caffè
se è troppo liquida aggiungi fiocchi.
forma delle palline e farle arotolare in cocco(originali), granella di zucchero (assolutamente no! :)) o codette colorarti (questi meno che meno :))) )
lasciare rassoddare in frigo un paio d'ore.

ecco..adesso tu le fai e posti!!
ps. io all'ikea sono cresciuta :)))))

baciussss

Elga ha detto...

Brii: BRIIIIIIIIIII ti saro debitrice a vita!!!!! Adesso la trascrivo e vado alla ricerca dei fiocchi d'avena e poi mi metto a prepararli vita natural avanti!!!! Grazie mille:)))

brii ha detto...

:))))
prometti che posti...
adoro le tue foto!!!
baciusss

GG ha detto...

Se passi da me, c'è un premio per te!!!
GG

nino ha detto...

Ciao Elga,
pura illusione quella
di tuo marito ahahah.
Un bacio

sorbyy ha detto...

Quando si va all Ikea si compra sempre.
Non se ne può fare ameno ciao

Lady Cocca ha detto...

eheheheheh....ho letto ogni virgola del tuo raccontoe mi sono rivista io ahahhahahah!!!!!
Ogni volta che vado all'Ikea dico sempre "Ma si faccio solo un giro..." e poi esco con un'infinità di cianfrusaglie...oggettini...e addirittura mobili...poi la tappa alla bottega svedese...e poi mi dico..." mannaggia perchè non dovevo comprare niente!!!"
e sia io che il mio amore scoppiamo in una risata fragorosa!!!
Ti dirò io ci torno sempre volentieri e se non vado da tanto mi organizzo un sabato...sono diventata un po' ikea dipendente!!!
Bacioni Lidia

MANUELA ha detto...

Ciao carissima Elga, mi hai fatto morire con il tuo racconto, mi trasformo anche io in frankenstain quando vado all'ikea...e mio marito lo sa!!Saranno 3 anni che non mi porta.!!!
Deliziose le tue brioche!!
Bacioni

lacucinaincantata ha detto...

elga?passa a ritirare dei premi da me!
anna maria

anna righeblu ha detto...

Ti capisco! Io cerco di andarci raramente, e in compagnia di qualche amica, così posso disporre solo delle mie finanze!
Non che io sia una maniaca degli acquisti, ma c'è sempre qualcosa che mi va a genio anche se non mi serve, e allora via!
Quella marmellata di mirtilli... piace molto anche a me!

Gatadaplar ha detto...

Elga, mi hai fatto spatasciare dalle risate con i lacrimoni agli occhi!!! :*D
Anch'io faccio SEMPRE così!!!
E anche i vostri dialoghi sono i nostri!!!... secondo me... quelli là mettono nelle condutture dell'aria un pò di "polverina" che crea ikeodipendenza... sennò non si spiega... :DDD
Quell'alzatina, all'Ikea di Ancona C'EEEEEEEE'!!! L'ho vista l'ho vista! E l'avevo anche presa in mano... poi l'ho riposta perchè non saprei proprio dove tenerla... :*( ma è un amore!
Ho anch'io la marmellata di mirtilli e le ho già provate tutte!
La mia preferita rimane quella di arance e quella di lamponi bianchi :P*
I formaggi non li ho mai presi perchè non mi ispirano molto... bo... magari sbaglio, ma credo che la tradizione casearia si un pò più da Europa del centro-sud... in compenso hanno un salmone favoloso e anche le uova di lompo... e quelle brioschine con ripieno di cannella che se le scaldi al microonde ti mandano giù di testa?! ^___^
Ah... ho anche gli strofinacci... e... potrei inaugurare una nuova "etichetta" nel mio blog... cosa compro all'ikea :P
Un bacioneeeeeeeeee

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs