TRITTICO di CROISSANT


Croissant sfogliati

Stare al passo con delle Maestre Fornaie come loro non è semplice, ma hanno avuto l'insana idea di toccare il tasto mio debole, ovvero i lievitati dolci. Ho cercto di resistere per via della dieta, ma il tarlo continuava a pungolarmi, finendo per farmi arrendere..Ok Li faccio!
Questo post raccoglie tre distinti tipi di croissant e brioche, che hanno richiesto tempo per essere preparate ( non ho fatto in una settimana!), che sono state assaggiate da calde sul momento e poi congelate, garantendomi comunque un buon prodotto dopo il riscaldamento. a passiamo ad ognuna nel particolare.



Croissant Integrali al miele

Croissant Integrali


Questi croissant facevano parte del mio rito della colazione al bar dell'ospedale. Certe mattina all 6:15 una bella brioche ci sta proprio bene, e tendevo sempre a preferire questi, con farina integrale e ripieno al miele. Ora grazie a Martina, li ho preparati a casa senza difficoltà.
I miei, rispetto ai suoi sono risultati più croccanti, forse perchè i suoi sono stati lievitati nella macchina del pane e quindi risultati più soffici. Altro neo, la prossima volta utilizzerò del miele meno fluido, perchè ne è fuoriuscito molto dal croissant.
Ingredienti:
400 g. di farina integrale
100 g. di Manitoba
190 g. di latte
80 g. di zucchero semolato
100 g. di burro tagliato a cubetti piccoli
1 cubetto di lievito di birra
2 tuorli d'uovo
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale fino
Nel cestello della mdp mettere nell'ordine:
latte - burro - tuorli - vanillina - sale - farina integrale e manitoba prima miscelate - lievito di birra fresco o secco.
Avviare il programma per gli impasti. Una volta finito lasciare una mezzora dentro alla mdp senza mai aprire il coperchio. Comunque controllare perché trasborda!
A questo punto togliere l'impasto, lavorarlo di nuovo sulla spianatoia infarinata leggermente, tirare con il mattarello e dare la classica forma del cornetto.
A me ne son venuti 10.
Posizionare i cornetti su una placca foderata di carta forno e coprire con uno strofinaccio pulito.
Lasciar lievitare per circa un'ora e poi infornare a 180 gradi per circa 20 minuti.
Una volta sfornati, consiglio di lasciar raffreddare su una gratella da pasticceria, in modo che perdano l'umidità in eccesso.
BRIOCHE DI JULIA CHILD, di MOLLICA di PANE

Brioche



Brioche


Conosco il blog di Tinuccia, da poco tempo, ma subito mi ha conquistato con i suoi perfetti lievitati. Qui si parla di un'artista, di una pasticcera dotata, è brava, e scatta delle ottime fotografie.
Questo impasto, caratterizzato dall'utilizzo di farina 0 e dalla creazione dell'eponge, tecnica di lievitazione che non conocevo, mi hanno portato alla sperimentazione. Delle brioche così buone non le ho mai mangiate. Soffici, profumate, non stucchevoli o pesanti, perfette per una colazione in grande stile. Sul suo blog trovate anche le indicazioni al link del sito dove vi vengono consigliate le tecniche di confezionamento delle brioche..qui io mi devo ancora affinare!

Immagine 442




Le dosi fra parentesi sono quell di Tinuccia:
Impasto
Éponge
70gr di zucchero (se la si vuole più zuccherata si possono raggiungere i 100gr)
Mezzo cucchiaino di sale (io 5 gr)
4 uova sbattute
200gr farina 0 (180gr da aggiungere, 20gr da conservare in caso di necessità)
170gr di burro a temperatura ambiente.
Versare lo zucchero, il sale, le uova sbattute e 180gr di farina sull’éponge. Mettere nell’impastatrice o nella macchina del pane ed impastare per almeno 20/25 minuti (io Ken, 25 minuti, frusta a k). Nel caso in cui l’impasto non si dovesse staccare dalle pareti completamente aggiungere poco alla volta i restanti 20gr di farina supplementare ( io non li ho utilizzati).
A questo punto unire il burro morbido facendolo assorbire gradualmente; non aggiungerne altro fino a quando quello precedente non sarà stato assorbito completamente (io non avevo letto bene e l’ho aggiunto tutto in una volta, la prossima volta starò più attenta e seguirò le indicazioni. Ho fatto andare l’impastatrice per circa 20 minuti. Ho sostituito la frusta a K col gancio). Impastare fino a coImburrate o oliate una grande ciotola e adagiatevi l’impasto.A questo punto due sono le strade da seguire:1) O fare lievitare a temperatura ambiente per 2 h, 2h e 30 nella ciotola coperta e riparata da correnti d’aria: bisogna che l’impasto raddoppi di volume, non di più;2) O fare lievitare nella parte meno fredda del frigo per un periodo di tempo che va da 4 a 6 ore, massimo tutta la notte. (E’ la tecnica che ho scelto, dopo 8 h e 30 l’impasto era pienamente maturato, sulla superficie iniziavano a presentarsi delle bolle, penso sia meglio non andare assolutamente oltre).Se scegliete la prima strada, avvenuta la lievitazione formate a vostro piacere; nel caso della seconda, invece, dopo aver tirato l’impasto fuori dal frigo lasciarlo a temperatura ambiente per un’ ora e poi formare. (Per queste briochine ho diviso l’impasto in 13 pezzi di circa 80, 85 gr e poi formato).Per quanto riguarda la formatura io ho preso spunto da quihttp://piroulie.canalblog.com/archives/2008/03/02/8170986.htmle da questo video (nello schema che si vede cliccare sulla categoria Breads and Baked Goods e poi andare alla pagina 2 sul video Bread sculptures)Spennellare le briochine con una miscela di acqua (io latte) e tuorlo d’uovo e poi lasciare lievitare fino al raddoppio, un’ora circa. Sistemare nelle teglie distanziandole il più possibile, crescono molto in cottura, rischiate che si "bacino":)Infornare ad una temperatura di 180°C, forno preriscaldato, statico sopra e sotto.
Il tempo di cottura varierà in base alla pezzatura e alla forma data. Per queste briochine c’è voluto da un quarto d’ora a 20 minuti, ma il mio forno è molto potente. Devono risultare colorite.

Brioche marmellata

Io li ho provati anche con un pò di marmellata all'interno.
CROISSANT SFOGLIATI di PAOLETTA

I croissant sfogliati

Il croissant sfogliato


Anche di lei, vi avevo già parlato, dicendo che il io blog rischia seriamente di diventare un copia e incolla del suo, ma purtroppo, la golosità, è il mio vizio capitale..e lei continua atentarmi all'infinito.
Questi croissant ti catapultano in una boulangerie francese. Appena sfornati sono cedevoli, burrosi e maledettamente buoni. Raffreddandosi acquistano croccantezza all'esterno per rivelare un impasto morbido e alveolato a sfoglia.
Per la ricetta vi rimando direttamente al suo blog anzichè fare un copia-incolla, perchè il post è corredato di importanti immagini, indispensabili nell'esecuzione delle pieghe dell'impasto.


Particolare croissant sfogliato

Ognuna di queste preparazioni avrebbe meritato un post a sè, per essere pienamnete condiviso con tutti, ma è anche vero che unirli insieme ende bene l'idea, di quanto voi siate preziose! E' grazie ai consigli che date che ricette sognate ma pensate impossibili, sono riuscite a materializzarsi nella mia cucina!

44 semi di papavero:

Ale ha detto...

E va bè... allora dillo!!!! Non si puo' fare un post cosi'... io mi sarei (mi sono) messa a dieta... ma solo a guardare le tue foto sono già ingrassata di 5kg...
mi obblighi a starti lontana!
Un bacio e mille mille complimenti!

Onde99 ha detto...

Mamma mia, Elga, che brava che sei!!! Hai tirato fuori tre capolavori spettacolari, non ho parole!!! Mi piacciono soprattutto i primi, i croissants integrali al miele, hanno un aspetto magnifico! Ma ti sono riusciti molto bene anche gli altri, tre(mila) volte brava!

Geillis ha detto...

infatti siamo tutti a dieta, e tu ci fai vedere queste meraviglie, uffa!!!
I tuoi lievitati sono sempre spettacolari, carissima, complimenti, mi sto convincendo a comprare la mdp perchè è impossibile resistere...

Paola ha detto...

Hai preso spunto dalle maestre ma i tuoi risultati sono eccellenti!!!

Mary ha detto...

eh noooo non si fa cosi spiatellarci questo delizioso cornetto ...e la mia dieta dove la metto ...sto facendo una fatica a non cedere , baci!

cielomiomarito ha detto...

Beh... senza parole...

Magistrale! (anzi, magistrali...)

Rossa di Sera ha detto...

Elga, questo è il classico colpo basso, sai?.. Così tanti croissant tutti insieme.. non vale!
Gli ultimi, quelli di Paoletta, le sogni già da un pò!
Sei troppo brava, un bacione!

v@le ha detto...

non saprei quale scegliere.. troopo buono ne mangerei una di ogni tipo a colazione..

complimenti
vale

dolci a ...gogo!!! ha detto...

oddio e adesso c'è solo l'imbarazzo della scelta!!ottimo lavoro elga da vera pasticcera!!!baci imma

ღ Sara ღ ha detto...

Accipicchia sono MERAVIGLIOSIIIII!!!! splendidi e sfogliatissimi!! complimenti!!

v@le ha detto...

non saprei quale scegliere.. troopo buono ne mangerei una di ogni tipo a colazione..

complimenti
vale

Minù ha detto...

ooooo mamma a me niente!!??? ueueue o_o!!! va be me li mangio con gli okki!! che buoni!! complimenti!!Minù

sweetcook ha detto...

Wow!! Mi piacciono tutti, in particolare cercavo quelli integrali da tempo ed ora ho la ricetta!! Quelli di Paoletta li ho fatti anch'io e sono i migliori fatti finora. Complimenti per la pazienza:)

Dolcienonsolo ha detto...

Avrei voluto assaggiarli tutti...bravissima Elga, davverooooooooo

Anonimo ha detto...

Mamma mia Elga qui è sempre meglio!!! Devo confessarti che ogni tanto rubo qua e la qualche ricettina....sono meravigliose!!!Comunque non mi lamento sto migliorando nella preparazione dei dolci...Un bacio carissima Elga!!!
CRI

Simo ha detto...

Non so veramente quale scegliere...............sono uno più buono dell'altro.....
Eccellente risultato, complimenti!

Micol ha detto...

Elga...vorrei fosse mattina e vorrei avere una delle tue super brioches! le mie preferite sono quelle inegrali al miele! :-)

piccolacuoca ha detto...

Cioè..ti sta scrivendo una che oggi pomeriggio verso le 5 si è fiondata in pasticceria con una voglia irrefrenabile di un bombolone alla crema..direi che si può intuire cosa pensi delle tue brioches...!!:-))

Giò ha detto...

tanto di cappello solo per aver fatto 3 tipi di croissant tutti di fila..e con ottimi risultati! mi interessano molto quelli integrali, ma mi sono persa il miele..dove va messo, nell'impasto o dentro il croissant?

manu e silvia ha detto...

Ma scherzi: non hai nulla da invidiare alle tre panificatrici, anzi non abbiamo dubbi ceh ci rientri benissimo nella categoria!
Questi croissant sono uno meglio dell'altro! si possono assaggiare tutti?
bacioni
PS: ma in quelli almiele....dove l'hai messo???

Pamy ha detto...

che belle, non vedo l'ora che sia domani mattina per fare colazione;) anche io tempo fa ho avuto il tuo stesso problema col miele....;) ma capita

Elga ha detto...

Cri: Ciao, ma sei la mia Cri, compagna Fido di scampagnate?
Giò: I tre impasti non li ho fatti uno dietro l'altro...non ce la potrei fare, ma come ho scritto sono il risultato di un periodo di prove di un mese. Il miele va sistemato dentro i croissant crudi, prima di arrotolarli e infornarli:)

Manu e Silvia: Il miele va messo dentro all'impasto sagomato per essere arrotolato e cotto. Vado a sistemare il post, deduco che non si capisce bene:))

nonna fusion ha detto...

Dopo i tuoi racconti, diventerò anch'io una fornaia.
Sei bravissima!

astrofiammante ha detto...

ma daiiiii Elgaaa...è come allungare una briosche e tirarla indietro con un filo invisibile.....rimango qui con la bocca aperta...a sognare di addentarne almeno una, se domani in pasticceria oltre al caffè, non so resistere ad un cornetto....sentiti in colpaaaaaaaa........un bacio te lo lascio lo stesso.

Genny ha detto...

non mi pare che tua abbia molto da invidiare alle due maestre!!sei bravissima!!

Lo ha detto...

Elga ...sono senza parole....e con una gran fame.....ma quanto sei brava tesoro bello????

Ciboulette ha detto...

Ma tu quando ti ispiri lo fai alla grande!!!
Complimenti, ma soprattutto per i croissant di Paoletta, ti sono venuti divinamente, brava, brava brava!!!
Io oggi pomeriggio ho impastato un misto tra petit pain au lait e le briochine siciliane, niente ricettari, neè internet per controllare le dosi, speriamo bene!! Un bacio :)

Tinuccia ha detto...

Elga ti ringrazio tantissimo, troppo buona:)
Ti è uscito tutto perfettamente bene!!!!
Complimenti veramente!

Kitty's Kitchen ha detto...

Sei proprio bravissima Elga i tuoi cornetti sono insuperabili.
Le foto splendide! Chissà che profumino! Quelli integrali mi piacciono tantissimo lì prendo sempre anche al bar ma i tuoi hanno un aspetto decisamente migliore

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

No, no, io devo smettere di girare per blog prima ancora di aver fatto colazione ... sbavo.
Baci
Alex

lenny ha detto...

Un'opera colossale la definirei, questa di speriemntare le varie tipologie di croissant per una sana colazione ...
Mi piacerebbe tanto imparare ...

Carolina ha detto...

Ma tu vuoi farmi morire con questo trio delle meraviglie!!!
Dato che non saprei quale scegliere ne gradirei una per tipo... Giusto per non farsi mancare niente!
Ti sono venute stupende.
Buona giornata!

Mariluna ha detto...

Che lavoro Elga...mi sembra una vetrina da Boulangerie....tutto goloso magnifico da tentazione...ahime, incollata al divano posso realizzare ben poco...sai che i croissant integrali al miele li ho mangiati per la prima volta n italia?...qui non li ho ancora visti! La ricetta la segno di sicuro sarà un''illusione per la dieta ma non ci si puo' fare a meno di tuffarcisi con i denti!
T'abbraccio forte :)

Arietta ha detto...

Ellapeppa!!! No, Elga, non si fa così, proprio no!
Siamo una buona parte delle foodblogger a dieta e questo post è ALTAMENTE PERICOLOSO, piu che per la mia salute fisica, per la mia salute mentale. Sto male!! Oltre alla bava alla bocca, ho anche un ascesso gengivale, quindi abbi pietà di me! Prossima volta brodino di verdure!!
Concludo velocemente, prima di collassare su questo schermo: sono fenomenali e vorrei provarli tutti!! Bacio!

Camomilla ha detto...

Elga anch'io sono a dieta, ma capisco benissimo il tuo bisogno di provare queste meraviglie!
Non so perchè ma mi sono innamorata a prima vista delle seconde briochine, quelle di Julia Child per intenderci :) Se prendo coraggio ci provo!
Un bacio affettuoso

Paoletta S. ha detto...

Elga, mi piace quello che fai, come lo fai e mi piace anche come scrivi i tuoi post :)
Mo' basta, perchè per come so' fatta, ti ho fatto anche troppi complimenti :P P

miciapallina ha detto...

Sono senza parole.
(e per me è più di tanto!)
fame!

Fra ha detto...

Sono ammirata! Elga ma sei stata bravissima e mooooolto paziente. Con tutti quei lievitati per casa io sarei impazzita. Adoro i croissant che hai preso da Paoletta, quelli li devo proprio provare (magari dopo una seduta di training autogeno)!
Un bacio
fra

Anonimo ha detto...

ma gli ultimi, quelli sfogliati, non si possono farcire vero?

Elga ha detto...

Tinuccia E Paoletta: Grazie, mò me fate arrossire:))
Anonimo: certo che si possono farcire, prima di arrotolarli, con marmellata o cioccolato o miele, m sono talmente buoni vuoti!!

Fiordilatte ha detto...

Ooooooh che spettacolo. Davvero...che pazienza. Io mi devo ancora riprendere dai cornetti che ho fatto qualche tempo fa, ma prima o poi vorrei provare quelli di Paoletta!

FairySkull ha detto...

Elga complimenti per queste sfornate, adoro i cornetti di ogni genere! E si, i croissant con la ricetta di Paoletta sono una favola, ne ho un scorta anche io nel congelatore !! Baci !

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Un trattato esauriente in materia croissant! Il più particolare per me è quello integrale con miele, anche se li proverei volentieri tutti e tre :-P baci

piroulie ha detto...

Che meraviglia !
Che bello questo blog
bravo et merci d'avoir cité mon blog
buena sera

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs