PINK OCTOBER e ZUCCHERO COLORATO

Di solito siamo abituati a pensare ad ottobre come al mese dai colori rossastri e arancioni, e invece questo ottobre deve essere concepito come mese del rosa. Rosa è uguale a prevenzione.
Devo ringraziare Alex che ha dato vita a questo piccolo fenomeno di sensibilizzazione seguendo l'esempio di foodblogger polacche, perchè tante di noi , dopo di lei, hanno iniziato a spulciare nell'archivio fotografico per vedere quanto rosa riuscivano a mettere inisieme. Lo stesso hanno fatto Genny e Juls.
Vi lascio alcuni link interessanti
Forum su sportello cancro al seno
Lilt
Nastrorosa




Tanto rosa





Pink October





Fiori rosa


Io sono rimasta l 'unica donna della mia famiglia, niente mamma, niente nonne, tutte portate via dal cancro al seno, e ho solo 36 anni. Ho perso mia mamma mentre portavo a termine la mia terza gravidanza; una perdita e una nascita nel giro di 15 giorni. E' stato il periodo più difficile della mia vita.

Per questo è importante che noi donne lottiamo e ci difendiamo sempre. Ho sempre sognato una famiglia che alla domenica accogliesse tante generazioni alla sua tavola, tra risate, abbracci e a volte anche bisticci. Non ho potuto averla perchè sradicata troppo presto. Ora spero di diventare io quella nonna che prepara teglie di lasagne e cinque arrosti diversi per il pranzo con tutte le donne della sua famiglia, figlie e nipoti.


Vi lascio anche una piccola idea per rendere ancora più rosa il vostro ottobre, ovvero preparare dello zucchero colorato. Un'operazione semplice e veloce con la quale si ottiene zucchero semolato di diversi colori, ideale per decorare torte e biscotti. Io l ho preparato con due donne d'eccellenza, le mie figlie, e ci siamo divertite tantissimo.


Zucchero colorato




Zucchero colorato:

In un sacchetto di plastica per alimenti rovesciare tanto zucchero semolato quanto ve ne serve. Versare lentamente qualche goccia di colorante alimentare rosso e iniziare subito a mescolare lo zucchero con le dita premendo e sfregando sulla superfice esterna del sacchetto. In questo modo potrete sempre rendervi conto della gradazione di colore che state dando al vostro zucchero.

Rovesciare poi lo zucchero su un piatto, sgranandolo bene, per permettergli di asciugare bene. Una volta seccato, risitemarlo in un sacchetto o in un contenitore chiuso.

Si può utilizzare anche lo zucchero a velo che però ha bisogno di più colorante e di una sfregata bella energica.

Si possono anche utilizzare altri colori creando un bellissimo arcobaleno.



Zucchero giallo



Zucchero azzurro



Zucchero rosso

33 semi di papavero:

lenny ha detto...

Enza mi hai commosso .....
E' un male che ha allungato la sua ombra in moltissime famiglie: abbiamo il dovere di difenderci e proteggerci.
Un grande messaggio il tuo, con la speranza di un futuro dolce e colorato :))

Mariluna ha detto...

Carissima mi hai commosso, sapevo la storia ma rileggere queste righe é come entrare nei tuoi occhi tristi quando me lo hai raccontato.

Fose, noi siamo più fortunate ad essere meglio informate di parlarle e di cercare di prevenire questo male perché oggi finalmente si puo'. Ti abbraccio insieme alle tue donnine favolese tingendomi le mani di zucchero colorato.

beba ha detto...

Io invece non conoscevo la tua storia e mi sono venuti i brividi...
io sono infermiera e posso dirti che è vero la prevenzione è importantissima per fortuna oggi molti la promuovono e le donne si fanno controllare molto di più.
che bello lo zucchero colorato posso realizzarlo insieme ai miei bimbi

Genny G. ha detto...

ecco perchè bisogna sconfiggere la paura di sapere, e perchè bisogna lottare....un abbraccio elga!

enza ha detto...

tocchi nervi scoperti.
tocchi tasti dolenti che dopo 30 anni ancora fanno male.
nel nostro lavoro poi è pane quotidiano e quante ce ne sono.
io non riesco a parlarne, scusami se non mi accodo, non ce la faccio non posso e abbiamo quasi la stessa età.
un bacio del colore di tutti gli arcobaleni del mondo.

Marta ha detto...

un grazie per aver voluto condividere la tua storia.
bellissimo lo zuchero colorato

Giò ha detto...

anch'io mi sono commossa...ho perso una persona molto cara anni fa...
bello però questo post in dolcezza rosa.

Elga ha detto...

Lenny@ Grazie, bisogna essere incisivi a volte. Ti abbraccio forte

Patty@ Ho fatto fatica ma ho snocciolato tutto per la causa. Spero sia efficace

Beba@ Anche io sono infermiera e so quanto è importante. Divertiti con la tua piccola

Genny@ Infatti, un abbraccio anche a te

Enza@ Penso che toccare questi tasti sia un pò come andare al cimitero. Io non riesco è più forte di me. Non concepisco il dovermi recare in quel luogo perchè si deve. Arriverà forse il momento che lo farò per necessità, come questo mio sfogo. Grazie per le tue parole

Marta@ Grazie:)

Giò@ Ci ritroviamo in tanti, ma bisogna parlare di vita! Un abbraccio

astrofiammante ha detto...

io ti auguro di diventare quella nonna che avresti desiderato tanto avere...e di riuscire a passare alle tue cucciole la stessa passione che la tua mamma ti ha donato, rivivendo così in te, bacio!

Rossa di Sera ha detto...

Elga, mi hai colpita nel cuore, ho cominciato leggere la tua storia e mi sono fermata, incredula, per la semplicità e la gravità delle tue parole. Anch'io ho perso la mia mamma per il cancro, anche se non al seno, soltanto 6 mesi dopo la nascita di mia figlia.
Grazie per il messaggio di speranza...
Un abbraccio fortissimo

Laura ha detto...

Poco tempo fa un mio caro amico ha perso sua madre per questo motivo...
é impensabile che ancora oggi non ci si possa fare niente...
...con racconti come il tuo aiuti ad avvicinarsi alla prevensione anche i piú scettici...
Ti sono vicina e per questo colereró di arcobaleno la mia dispensa...

Camomilla ha detto...

Elga, questa cosa del cancro al seno mi tocca molto da vicino. Mia nonna paterna ne è stata colpita, è riuscita a salvarsi, ma porta ancora con sé i segni di questo orribile male. Mi sono commossa nel leggere le tue parole.

L'unica cosa da fare è promuovere la cultura della prevenzione, io stessa ho imparato sulla mia pelle che un controllo in più è quello che ti può salvare la vita.

Ti abbraccio forte.

Castagna e Albicocca ha detto...

MOLTO GRAZIOSO QUESTO ZUCCHERO COLORATO!!!
devo spulciare nel blog...pure io ho qcosa di rosa!!

Io e Albicocca abbiamo lanciato la NOSTRA PRIMA RACCOLTA "Ricette in Compagnia", ti va di partecipare?
http://nocimoscate.blogspot.com/2009/10/la-nascita-del-bloge-la-nuova-raccolta.html

Ciao,Castagna

mikki ha detto...

Ti leggo sempre e mi hai commosso, per mille ragioni che non sto qui a scrivere. Io venerdì prossimo ho l'appuntamento per la visita senologica gratuita grazie al mese sulla prevenzione. Ti auguri di realizzare il tuo desiderio, che poi è un pò anche il mio :-). Ciao!

manu e silvia ha detto...

Ci dispiace molto, putroppo questo male è anche troppo comune! l'importante è la prevenzione....è l'unica arma che abbiamo!
Dolcissime queste decorazioni! eh....siamo certe ch ehai la stoffa per fare la nonna con la teglia di biscotti ;)
un bacione

Barbara ha detto...

Leggerti è stato commovente e insieme sconvolgente. Prevenzione, sempre e comunque.
Splendidi arcobaleni... grazie!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

TUTTO QUESTO ROSA ELGA PORTA TANTA ALLEGRIA E SPERANZA!!!SEI UN GRAND DONNA!!!BACI IMMA

fantasie ha detto...

Mi unisco al coro delle emozionate dal tuo racconto breve, semplice e così profondo. La stessa emozione che ho provato leggendo "Il conto delle minne" di Giuseppina Torregrossa. Io non sono contornata da donne, rimane solo la mia mamma, ma costellata da uomini: mio marito, i miei figli, i miei fratelli... sola in un mondo di maschi, e questi scambi con voi food blogger (per la maggior parte, invece, donnne) mi danno un grande senso di comprensione e coccolamento. Ti abbraccio forte (anche se virtualmente, ma so che queste sensazioni si trasmettono anche via etere!!!)
P.s. Il tuo zucchero colorato è un grande inno alla vita e alla gioia, come è giusto che sia!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Mi viene da dirti solo grazie. Non trovo altre parole. Il tuo messaggio è fortissimo e spero aiuti a sensibilizzare molte donne.
Ti abbraccio, forte
Alex

Anonimo ha detto...

... mia nonna, mia mamma, mia zia, due mie cugine... tutte mutilate a causa del cancro al seno... ho 34 anni, aspetto che arrivi, ma so che se me ne accorgo in tempo lo posso combattere come hanno fatto loro... La prevenzione è l'unica arma che abbiamo! Non dobbiamo avere paura di "sapere". Facciamo i controlli! Grazie per aver condiviso la tua esperienza. Marzia

Edi ha detto...

La mia famiglia un pò per gelosie, un pò per incomprensioni è frammentata in tanti piccoli nuclei. Io, la più piccola, non posso fare molto, ma quanto tempo stiamo perdendo?
Il mio desiderio più grande è avere sempre la casa piena di amici, nonni, figli, zie e zii, di cugini e cognati.. insomma brulicante di vita e sorrisi. E' la fortuna più grande ed alcune volte non ce ne rendiamo conto.

Onde99 ha detto...

Cara, mi hai davvero commossa... ti abbraccio forte forte e mi unisco alla tua preghiera, che, anche se non l'hai avuta in gioventù, possa un domani essere tu stessa la capostipite della grande famiglia che sogni e accogliere figli e nipoti tra le tue braccia e attorno alla tua tavola.
Commentare lo zucchero, adesso, mi sembrerebbe superficiale, ma grazie lo stesso per averci regalato questo dolce caleidoscopio di colori

natalia ha detto...

sei una donna forte e coraggiosa, la tua bella famiglia ti riempirà la vita di quei momenti che ti sono venuti a mancare . lunedi prenderò l'appuntamento per il controllo, grazie. viva il rosa!!

Federica ha detto...

il tuo è davvero un messaggio molto forte...belli i colori che hai postato..i colori della vita...i colori che dobbiamo cercare di portare con noi sempre anche quando c'è il nero.
ciao

elisa ha detto...

non basta mai parlare di prevenzione..ognuno di noi ha parenti e amici portati via dal cancro..Ti ringrazio per questo..
Un bacio e un abbraccio forte!

dada ha detto...

Il tuo messaggio profondo e forte mi ha commossa. Ti auguro con tutto il cuore di diventare la nonna e la bisnonna con le teglie fumanti.
Bellissime quest'idee di zucchero per addolcire la vita :-)
Una bacione!
P.S. Ho linkato il tuo post

Forchettina Irriverente ha detto...

Ti sono vicina anche io e ti auguro una vita lunga, tanto da diventare bisbisbisbisnonna. Anche la mia famiglia è stata segnata ed io non ho potuto conoscere tutti i miei nonni, purtroppo. E solo con la prevenzione possiamo fare del bene per noi stessi, e soprattutto alle persone che ci hanno vicino, così che possano starci vicino più tempo possibile !!

Claudia ha detto...

:*

Virginia ha detto...

Elga, semplicemente grazie.

Lydia ha detto...

Posso abbracciarti virtualmente?
Mi dispice non aver partecipato anch'io a questa iniziativa di Alex.
Sono fuori per lavoro e lontana dai blogs in questi giorni

luby ha detto...

l'idea dello zucchero colorato è proprio sfiziosa!

enza ha detto...

sai da quanto non vado al cimitero? saranno 10 anni.
e la penso e sento esattamente come te a tal punto che se mi dovesse succedere qualcosa vorrei che mi cremassero e spargessero le ceneri.

Mariù ha detto...

Mi dispiace. Non ho altre parole.

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs