MARGOTTINI ALLA BERGAMASCA

Margottini bergamaschi



Un piatto completo, saporito e gustoso che renderà felici i bambini e gli adulti.
Una ricetta regionale, lombarda, che deve il suo nome allo stampo utilizzato per creare questi Margottini, ovvero la margotta, stampino a secchiello o leggermente conico.
Leggermente elaborata, non deluderà le aspettative! Infatti all'inetrno del margottino di semolino, alloggiano un tuorlo d'uovo e del formaggio groviera. Il tutto accompaganto da un ragù di funghi e salsiccia. Un tripudio al palato.

Ingredienti per 6:
300 gr di semolino
110 gr di burro
6 tuorli
700ml di brodo di carne
200 gr di groviera
4 cucchiai Grana grattugiato
pane grattuggiato
sale e pepe

Porre il brodo in una pentola e portarlo a bollore. Versarvi a pioggia il semolino, mescolando velocemente affinchè non si formino grumi e continuare la cottura per un quarto d'ora. Spegnere il fuoco.
Aggiungere 70 gr di burro, un cucchiaio di pepe nero e il formaggio Grana e mescolare.
Imburrare generosamente gli stampini o margottini eversarvi una prima cucchiaiata di polentina di semolino. Aiutandosi con un cucchiaio bagnato fare aderire il semolino allo stampo creando una specie di piccola conca al centro. nella conca andremo a sistemare il groviera tagliato a fettine sottili sottili e il tuorlo d'uovo, e poi ancora groviera.
E' un'operazione piuttosto delicata, ma con calma otterete un buon risultato.
Coprire la farcitura con altro semolino senza schiacciare troppo verso il centro.
Sistemare i margottini su una placca da forno e infornare a 180° per 7- 8 minuti.
Questa ricetta leggermente rivisitata proviene da qui, dove viene specificato che i margottini per fregiarsi dell'essere bergamaschi devono essere preparati con semilino giallo. Io ho utilizzato semolino di grano duro.

Per il ragù di funghi e salsiccia:
3 salsicce all'aglio
700 gr di funghi freschi misti (cardoncelli, pioppini, champignons, porcini)
1 spicchio di aglio
1 cipolla bionda
1 bicchiere di vino bianco
concentrato di pomodoro
1 bicchiere di passata di pomodoro
origano
pepe
sale
olio extravergine di oliva

In una padella a bordi alti fare scaldare l'olio. Aggiungervi lo spicchi d'aglio privato dell'anima e tritato fine e la cipolla ridotta a trito fine.
Aggiungere la salsiccia, privata della pelle e sbriciolata con le dita. Quando il soffritto inizierà a sfrigolare, aggiungere i funghi, precedentemente lavati, e tagliati a pezzi grossolani. Mescolare.
Sfumare con il vino bianco, salare e pepare.
Aggiungere il concemntarto di pomodoro, la passata e l'origano. Coprire e portare a bollore.
A questo punto abbassare la fiamma al minimo e proseguire la cottura per un paio d'ore, finchè la consistenza non si sarà rappresa e non cadrà da un cucchiaio di legno inclinato.

Margottini bergamaschi 2

24 semi di papavero:

Alessandra ha detto...

ahi! avevo una grande lacuna che fortunatamente hai colmato con i tuoi margottini. Ammetto che non ne conoscevo l'esistenza ma adesso ne sono intrigata. Hanno un'aspetto splendido e sembrano buonissimi!

Simo ha detto...

Ho scoperto cosa sono i margottini, ne ignoravo totalmente l'esistenza, ma...adesso che li conosco mi viene un'acquolina.....

Maurina ha detto...

Non avevo mai sentito parlare dei margottini, vedi quanto si impara sul web. Devono essere davvero gustosi...

Alem ha detto...

non li consocevo e sono felice di aver trovato questa ricetta!

Gloria ha detto...

Nemmeno io li conoscevo... Sembrano davvero buoni! Le dosi sono per 6 stampini, giusto? Perchè sono segnati 8 tuorli ma se in ogni stampino va un tuorlo ne avanzano 2... o forse mi sono persa qualche passaggio? Sono un pò rinco stamattina..

Lo ha detto...

cara...ma che bello...certo ch ei bambini ne vanno ghoitti e nello stesso tempo si propon eun piatto così particolare...e buono

Saretta ha detto...

Com'è che sono lombarda e non conosceo questa delizia?!Beh, i volevi tu!Grazie!

Federica ha detto...

complimenti! questo è un piatto da chef!!

arabafelice ha detto...

Mai sentiti prima, sembrano deliziosi!

salsadisapa ha detto...

accidenti che bellezza... mai sentiti nominare! sembrano buonissimi e poi sono molto versatili!

Onde99 ha detto...

Ed ecco come smaltirò la mia farina gialla, visto che mi insegni che la ricetta originale mi autorizza! Grazie per la fantastica idea!!!

Ely ha detto...

ma sono meravigliosi, nonostante sia nelle vicinanze della zona bergamasca non l'aveo vai sentito, ma lo proverò sicuramente per la ciurma adorano tutti gli ingredienti :-) ciao Ely

Acquolina ha detto...

forse metti due tuorli nel semolino, come per quelli alla romana, la ricetta è fantastica, mi sembra buonissima! Brava!
Francesca

La cuoca Pasticciona ha detto...

davvero sfiziosi questis formatini... non sapevo nemmeno esistessero dei pseudo sofflè con questi nomignoli.. baci

Luciana ha detto...

Ciao un piatto completo ed unico nel suo genere...mi piace perchè è bello sostanzioso...ci vuole proprio...un bacio Luciana

Monella Golosa ha detto...

Mi hai fatto conoscere un piatto nuovo, non avevo mai sentito parlare dei Margottini: devono essere favolosi e gustosissimi!!

Luca and Sabrina ha detto...

Puoi dirlo forte che è un tripudio al palato, ci ha già conquistati, soprattutto quel cuore di groviera, una vera seduzione! Il ragù salsiccia e funghi è il perfetto coronamento, questa ricetta la faremo di sicuro!
Baci da Sabrina&Luca

Elga ha detto...

..Ops, scusae, errore di battitura:
6 tuorli:))

Elga ha detto...

..Ops, scusae, errore di battitura:
6 tuorli:))

dada ha detto...

Non solo ho imparato qualcosa ma mi è anche venuta fame!

Betty ha detto...

ma sono una delizia questi margottini!!! segno subito la ricetta.
complimenti e buona serata.

meringhe ha detto...

Fin'ora per me Margottini è stato solo il professore con cui ho dato l'ultimo esame all'univeristà. Un giorno trionfale. Non sapevo esistesse un piatto che porta il suo nome, prima o poi lo farò in suo onore! (E anche perchè mi sembra un ottima ricetta!)

NIGHTFAIRY ha detto...

Delizioso questo piatto, complimenti ELga!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Non li conoscevo! Sempre cose interessanti si imparano qui! Sei un pozzo di sapere culinario. Buonissimo

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs