SI RICOMINCIA CON UN MATTONE ALLA VOLTA



In tanti mi chiedono se ho smesso di far mangiare i miei figli, se ho smesso di nutrire me stessa.
Ovviamente la risposta è no.
Ho solamente cambiato certe priorità. Per me che nel cibo trovavo conforto e forza è stato difficile incanalare le nuove energie, positive  negative, in un'altra direzione.
Perchè farlo poi?
Perchè era necessario. Non è detto che quel fare che fino a quel momento si rivelava vitale, o perlomeno il perno su cui girava tutto, fosse efficace contro tutto e tutti.
Il cibo rappresenta gioia. E se la gioia per un momento si nasconde, la cucina, ho capito che non era l'esca per farla tornare.
E lo stesso discorso vale per la condivisione. Non volevo condividere il nulla.
Ho passato molto tempo a riflettere su cosa fosse meglio per me e per i miei figli, La risposta l'avevo sotto agli occhi, vederli sereni. Questo pian piano ha contagiato anche me, liberandomi da tanti fardelli e aiutandomi a vivere la mia vita con più serenità.

I sedici anni di mio figlio sono arrivati in fretta, e velocemente ho preparato questo dolce, goloso e fresco, la cui ricetta potete trovare qui.
Per ora niente improvvisazione, solo sani spunti in giro per il web, con gli angoli limati da me.
E poi chissà cosa porteranno i giorni nuovi, per ora sono ancora preda dei venti.

0 semi di papavero:

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs