TENERINA ai MIRTILLI

Tenerina ai mirtilli



La torta Tenerina, chiama i golosi ad alta voce e raramente delude le aspettative! E' un dolce semplicissimo e veloce di cottura, che permette agli impazienti di essere gustato tiepido, in tal modo da unire la consistenza meringata della sua crosta con l'interno fondente e cioccolatoso. Questo dolce viene attribuito come originario del Ferrarese, in quanto già nota nella mia città agli inizi del Novecento con il nome di "Torta Montenegrina", attribuitole in onore della moglie dell'allora re di Italia Vittorio Emanuele III, Elena Petrovich del Montenegro, denominata sposa dolce e dal cuore tenero, come la consistenza della torta Tenerina!
Denominata anche torta "tacolenta" per via dell'interno appicicoso, in ogni casa a Ferrara viene custodita una sua ricetta o variante..per me vince sempre la semplice versione originale, ma ne ho anche assaggiate preparate con cioccolato al latte o bianco (troppoooo dolci), oppure mescolate con frutta secca ( golose!). Per Rachele ho voluto preparare una versione che andasse incontro ai suoi gusti, amante del cioccolato e dei frutti di bosco, lei ha decretato un bel "Buonissssima", ed è particolarmente piaciuta anche a me..come facciamo???


Per fortuna è davvero facile: Mescolare quattro tuorli con quattro cucchiai di zucchero semolato. Aggiungervi quattro cucchiai di farina OO ( per me si può provare anche con farina di riso) e un cucchiaino di estratto di vaniglia. Aggiungere 200 gr di cioccolato fondente extra sciolto a bagnomaria con 100 gr di burro e mescolare rapidamente. Per ultimi gli albumi montati a neve. Sistemare in una teglia di 20 cm rivestita di carta forno, tuffare nell'impasto 150 gr di mirtilli freschi lavati e asciugati, lasciandoli affondare dolcemente. Infornare a 180° per 10-12 minuti e non di più!!

Tenerina ai mirtilli






Anche se non vi sembrerà cotta, estraetela ugualmente dal forno, avrà il tempo di asciugarsi e riposare per compattarsi. E' un dolce piccolo, una porzione sarà più che sufficiente, ideale per concludere una bella cena, o da portare al lavoro per i colleghi, e mi raccomando tagliatela con un coltello largo a lama liscia,,,o direttamente a cucchiaite dalla teglia!!!!

0 semi di papavero:

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs