TACCHINELLA ALLO SCIROPPO D'ACERO

Tacchinella allo sciroppo d'acero



Questa è una delle portate al pranzo di Natale. Un'idea scippata a Nigella, anche se non ricordo bene se ci fossero degli altri ingredienti. Io mi sono limitata alla glassatura golosa e di un colore ambrato meraviglioso che ha donato a questa carne un aspetto invitante e un sapore unico.
Accompagnata con una marmellata di mirtilli rossi di provenienza montanara, è riuscita a sfamare diverse bocche viste le sue dimensioni, soprattutto quelle dei bambini che hanno gradito la tenerezza e succulenza di questa carne bianca.

Ingredienti:

Una fesa di tacchinella di circa 2 kg.
1/2 tazza di burro morbido
1/2 tazza di sciroppo d'acero
rosmarino
1 bicchiere di vino bianco
sale e pepe
brodo vegetale, 1/2 tazza

Lavare la fesa di tacchinella e tamponarla con carta assorbente. Sistemarla in una pirofila capiente, dove avremmo formato un letto con rametti di rosmarino. Sciogliere in un pentolino il burro senza farlo bruciare e amalgamarvi o sciroppo d'acero.
Spennellare la tacchinella con il composto di sciroppo e burro senza preoccuparsi se cola sul fondo. Magari tenenete un pò da parte, per aggiungerlo durante la cottura. Versare sul fondo della pirofila il vino bianco , salare e pepare e infornare a 180° per un'ora e mezza. Con regolarità aprire lo sportello del forno e controllare la cottura, aggiungendo il brodo vegetale se occorre o spennellando la tacchinella. La si può girare a metà cottura per creare una glassatura più uniforme.

Sistemare la tacchinella su un bel piatto da portata irrorandola con il suo sugo di cottura.
Tagliarla a fette sottili e servirla con la marmellata di mirtilli rossi, o un classico purè di patate.


Tacchinella allo sciroppo d'acero




E' un piatto da festa, ma non solo ed esclusivamente natalizio. Se vi serve un'idea per un pranzo di famiglia, vi propongo questa, e farete un figurone.

Lo sciroppo d'acero lo potete trovare tranquillamente negli ipermercati.

16 semi di papavero:

Luca and Sabrina ha detto...

Lo sciroppo d'acero è un ingrediente che non abbiamo ancora mai avuto modo di utilizzare, ma come sai, la curiosità ci spinge a muoverci verso "territori" a noi sconosciuti. Diciamo che con questa tacchinella ci hai preso per la gola, non solo per il modo in cui l'hai cucinata, ma anche per la salsa di accompagnamento che è molto natalizia, ma anche molto vicina alle nostre predilizioni culinarie. Splendida ricetta!
buonanotte da Sabrina&Luca

Ciboulette ha detto...

i che mi sono persa la bottiglietta di sciroppo d'acero, la cercavo la settimana scorsa in dispensa e nisba, devo rifornirmi :)
Cmq hai ragione, ormai si trova in quasi tutti i super, il problema per me è trovare la tacchinella :))
Un sogno per me fare un arrosto morbido e glassato, specie di carne bianca, ci devo provare prima o poi :)
Buona settimana!

Genny G. ha detto...

ha un aspetto decisamente interessante:DD io di solito con lo sciroppo d0'acero ci faccio il pollo, ma il petto di tacchino deve venire ancora più buono perchè mi sa che così diventa bello succulento...gnam! è che come ciboulette, la tacchinella qui si trova solo a natale...mannaggia!

Lory ha detto...

Ciao Elga !
Ti auguro un anno felice e pieno di soddisfazioni!!

Camomilla ha detto...

Mi sa che l'idea della glassatura a base di burro e sciroppo d'acero te la ruberò ben presto, deve essere strepitosa su questo tipo di prepararazioni! Fino a questo momento lo sciroppo d'acero l'ho utilizzato solo per i pancakes, mi piace l'idea di provarlo per glassarci la carne ;)
Un bacione cara, buona settimana!

Simo ha detto...

La glassatura e il colore sono davvero da favola...come è rimasta poi la consistenza? Te lo chiedo perchè noi spesso la troviamo un pò stopposa la carne di tacchino...la tua sembra davvero strainvitante e tenerissima!
Un abbraccio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

nigella è sempre nigella e tu sei fantatsica con queste ricette ci delizi davvero!!che apsetto invitante ha questa tacchinella .....deve essere davvero uno spettacolo!!baci imma

fantasie ha detto...

Appena ho letto sciroppo d'acero ho subito pensato a Nigella! C'è una raccolta che riguarda proprio lei, perché non partecipi? Questo il link: http://incucinaconmasterchef.blogspot.com/2010/01/la-mia-prima-raccoltapartecipate.html Intanto volevo chiederti se la marmellata di mirtilli la metti così come è sulla carne o la sciogli con qualcosa o la riscaldi. Mi piacerebbe rifare questa tacchinella per la prossima domenica!
Baci
Stefania

Onde99 ha detto...

Spesso guardo con desiderio lo sciroppo d'acero, al supermercato, poi il costo mi fa desistere... ma in questo piatto gioca un ruolo così intrigante che penso che a breve farò un pianto e un lamento e me lo procurerò!

Elga ha detto...

Vi assicuro che la carne cotta e mangiata rimane morbidissima e succulenta. il giorno seguente era già più stopposa e l ho utilizzata per delle sane polpette di recupero:)) Volevo specificare che non era una tacchinella intera, rintracciabile solo nelle feste di natale, ma una fesa di tacchinella, che può essere sostituita con una fesa di tacchino, magari bello grosso, acquistabile dal proprio macellaio.
Sono solidale con Onde, è vero è un prodotto carettino, circa 7-8 EURO, e magari durante la spesa li si preferisce spendere per altri generi alimentari. Non credo si possa sostituire con altro proprio per via del suo sapore, specifico e della consistenza melassosa. Comunque se si decide oltre al tacchino lo abbiamo in dispensa per dei pancakes!
Un bacio a tutte

terry ha detto...

Adoro lo sciroppo d'acero ma mai provato in versione salata!
da provare questa tacchinella! mi incuriosisce!

ciao

Terry

manuela e silvia ha detto...

Ottimo con questo sciroppo così dolce!! da provare allora anche con il salato!
bacioni

Cuocopersonale ha detto...

molto nolto bello il blog..
Speriamo che anche il mio diventi bello come il tuo..
Buona cucina.
Matteo

enza ha detto...

in questa casa lo sciroppo d'acero è bandito! perchè...hai presente una mezza ubricona? mi attaccherei alla bottiglia, specie se in giro trovo quello del naturasi na droga! e inoltre sto per chiudere la cucina causa dieta ferrea.
però a ben ripensarci, il tacchino ce l'ha la nonna assassina...quasi quasi. :)

Francesca ha detto...

Quanto sei brava...

Dodò ha detto...

lo sciroppo d'acero lo trovo perfetto per la carne. dolce, ma con un leggero retrogusto amaro (soprattutto quello canadese). questa foto invoglia a prendere tutto il cosciotto in mano tipo uomini delle caverne!

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs