GOZLEME PER UNA CENA MITTLE ASIAN STYLE 3° APPUNTAMENTO

Gozleme

Non mi sono dimenticata di questo filone di ricette che mi sta coinvolgendo sempre più, è solo che settembre si è rovelato un mese full time!
I Gozleme sono un piatto tipico della cucina turca, che ho avuto modo di conoscere attraverso i racconti di viaggio di un'amica e non sono altro che calzoni di pasta lievitata tirati su un tagliere di legno e poi farciti con verdure e feta, soprattutto spinaci.
In casa però avevo delle melanzane violette, dei peperoni e della cipolla bionda, che insieme al formaggio greco hanno costituito il ripieno dei miei Gozleme, che ho preparato in grosse quantità per una festa e che, vi dirò di più sono passati anche attraverso il congelatore senza rimanerne alterati .

Serviti tagliati a listarelle possono rappresentare un degno aperitivo finger food per una serata a tema, e non richiedono l'uso del forno! Si cuociono in padella!
La ricetta l ho scovata qui, e gli ingredienti sono dosati in tazze. Scusate se non vi apporto la conversione in grammi.

Ingredienti:
3 tazze di farina 00
2 cucchiai di sale
1 busta di lievito secco per preparazioni salate
1 cucchiaio di zucchero
1 tazza e 1/4 di acqua tiepida
2 melanzane grigliate e tagliate a tocchetti
2 peperoni grigliati tagliati a tocchetti
1 cipolla ripassata in padella con sale e pepe
150 gr di feta
olio extra vergine di oliva

Mescolare la farina e il sale in una terrina. Aggiungere il lievito secco, lo zucchero e l'acqua lentamente iniziando a impastare. Formare una palla, liscia ed omogenea e lasciar lievitare in un luogo tiepido e al coperto per un'ora abbondante.
Riprendere l'impasto sul piano di lavoro infarinato e impastarlo fino a farlo diventare bello elastico. Dividerlo poi in 8 panetti che andremo a far lievitare nuovamente coperti.
Al loro raddoppio ripendere un panetto alla volta e iniziare a tirarlo con il mattarello aiutandosi con della farina e stenderlo in un rettangolo 26 X 20 cm.
Farcire nel centro del rettangolo con melanzane e feta o peperoni, cipolle e feta, poi richiudere a panetto, sigillando bene i bordi.
Porre sul fuoco una padella antiaderente, quando è calda, ungere un lato del Gozleme, quello che appoggerà sulla parte rovente e lasciar cuocere per 2-3 minuti. Ungere l'altro lato e rigirare e ultimare la cottura.
Spolverare di sale e pepe e servire con fettine di limone, secondo l'usanza turca.

23 semi di papavero:

arabafelice ha detto...

Questa e' una di quelle preparazioni "assassine", ovvero quelle che non si riesce mai a smettere di mangiare ;-)

Mai fatti da me, sempre comprati: rimediero' :-)

Ciboulette ha detto...

Quando ho visto la foto su flickr stavo facendo il biglietto del treno per venire lì. Ora scusami, ma devo correre sul sito di Trenitalia :))

Greta ha detto...

Buoni buoni buoni...anche alle 9 di mattina!

Dodò ha detto...

Questi li mangerei a qualunque ora del giorno (e della notte)!

Marta ha detto...

che buoni...
ma il livito secco intendi quello istantaneo o "normale"?

Onde99 ha detto...

Ho mangiato qualcosa di simile anche in Uzbekistan... diciamo pure che questo tipo di preparazione mi ha salvato dalla morte per carestia nel corso di due settimane affamanti, in cui l'unica altra cosa che mangiavo erano i pomodori!

Tery ha detto...

E questa va a finire subito tra le ricette da provare!
Negli ultimi giorni ho visto diverse ricette turche in giro e non ce n'è una a cui direi di no!

Saretta ha detto...

Adoro i Gozlem!!!Ad Istambul li mangiai in un locale tipico con le signore che li facevano continuamente in vetrina!!!Una sfoglia così sottile..mmmmmmm!
Magari tenterò la replica anche se, mi par dura!Baci

Elga ha detto...

Stefania@ Assassine, mi piace da impazzire :D

Cibou@ Ok ti aspetto, ce ne facciamo una scorpacciata!

Greta@ Hai ragione eccome!

Dodò@ Siamo in due, soprattutto oggi ho una fame micidiale!

Marta@ hai presente le bustine argentate Paneangeli? Quelle, Mastro Fronaio mi sembra

Onde@ Deve essere stato un viaggio avventuroso e bellissimo, te lo invidio molto!

Tery@ La cucina turca è ricca di piatti buonissimi, il più è scoprirli!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

altra ricetta meravigliosa tesoro che ovviamnete nn conoscevo e che invece merita e come!!baci imma

kristel ha detto...

Di questi potrei mangiarne un vassoio intero. Buonissimi!!

Olivia ha detto...

Ho l'acquolina in bocca solo guardandoli!!!!Devono essere buonissimi, e l'abbinamento feta/melanzana è squisito!!!
A presto

giulia pignatelli ha detto...

Questa mi sembra una meraviglia!!! grazie tante!!

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Non li conoscevo Elga, ma mi fanno una gola tremenda, non sei neanche lontana, aspettati che arrivi da un momento all'altro! :D

Daisy ha detto...

bello questo rotolo...adorabile..viene una voglia....:-)

Giulia ha detto...

Tutte quelle preparazioni mdiorientali sono molto attarenti ai miei occhi! E la tua versione è decisamente da provare!
baci

Francesca ha detto...

Che vogliaaa quasi quasi questa seraaa!!!

Bravissima

Alice ha detto...

non lo conoscevo...però mi ispirano da morire! li farò!!!

Gambetto ha detto...

Ehehehehehe...ho scaricato la ricetta ed ho fatto le conversioni. Ti faccio sapere quando li faccio :)
PS
Sei una delle poche che anche per preparazioni salate mi inducono in tentazione di quelle da non ritorno. Brava davvero e grazie :)

Ambra ha detto...

Nuove scoperte per il mio palato!Gnam!

terry ha detto...

Davvero un otitmo aperitivo!
bello viaggiare per luoghi lontani attraverso le ricette!:)
questi non li conoscevo!

Giulia dans le noir ha detto...

I gözleme... In Turchia ne ho mangiati con gioia, gusto e appetito davvero tanti, a tutte le ore del giorno :P Anche se preferivo la pide turca, anche queste "piadine" veicolano in me tanti dolci ricordi di una stagione chiusa.
Grazie per avermeli fatti rivivere.
Un abbraccio e congratulazioni per il blog (oltre che per il post)

Giulia

LaGolosastra ha detto...

adoro adoro adoro
Questa è la tipica ricetta che potrebbe crearmi una seria dipendenza ;)

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs