Pesto di Nocciole, Semi di Papavero Tartufo Nero

Eccomi traslocata sulla piattafroma Blogger..finalmente direi, perchè c'è stato un lungo lavoro dietro la realizzazione di questo blog "nuovo", nell'aspetto, tra il lavoro, la famiglia, il "vecchio" blog"..
Ma iniziamo questa nuova avventura, con un pesto realizzato pensato per catturare i profumi dell'autunno e che regalo virtualmente a Fiordisale, per la sua raccolta



Concorso Pesto 2008

Il pesto è condimento che mi piace moltissimo, per il suo sapore sempre deciso, e per la sua versatilità, e poi ne basta poco per insaporire un piatto di pasta, ma è altrettanto amato da me in altre preparazioni, come nella pasta sfoglia, sulla pizza, sulla carne o verdure alla brace...ma questo in particolare è speciale per un bel piatto di pasta trafilata al bronzo e al dente.

Nocciole



Per un vasetto di pesto: 100 gr di nocciole sgusciate e tostate nel forno caldo per alcuni minuti,un cucchiaio di semi di papavero, olio extravergine di oliva, un pizzico di sale grosso, un piccolo tartufo nero, salvia.

Nel mortaio iniziare a frantumare le nocciole, aiutandosi man mano con dell'olio extravergine di olva versato a filo. Ci si ferma quando le nocciole hanno raggiunto la garndezza desiderata, che non deve essere ne troppo grande e nè troppo polverizzata, si devono sentire le nocciole sotto i denti:) Aggiungere nel mortaio un pizzico di sale grosso e i semi di papavero e continuare a pestare. Con l'aiuto di una piccola mandolina o di un pelapatate affilato affettare il tartufo nero, dopo averlo accuratamente lavato con una spazzolina e asciugato con carta assorbente. Le fettine più grandi andranno tenute per guarnire il piatto, mentre il resto va a finire nel mortaio, sprigionando un profumo inebriante.

La salvia ho preferito non pestarla, perchè si annerisce subito e ossidandosi, tende ad alterare il gusto del pesto, quindi ho preferito tenerla fuori dal condimento e aggiungerla al piatto subito prima di servirlo in tavola. Il tartufo rimasto, va avvolto in carta assorbente e chiuso in un vasetto ermetico posto in frigo.




Pesto di Nocciole, semi di papavero e tartufo nero

Commenti

  1. Casa Nuova èèèè????!!!!
    ho gia modificato il link sul mio...
    Ma che pesto particolare.. con il tartufo.... che delizia... ma come fai ad avere tutte queste idee...Sei fortissima!!

    RispondiElimina
  2. Ma che bella casetta nuova! Ho già cambiato il link nella blogroll.
    E questo tuo pesto è molto chic!Non amo particolarmente il tartufo, ma l'idea del pesto con i semi di papavero mi alletta molto. Voglio fare qualche esperimento.
    Buona domenica
    Alex

    RispondiElimina
  3. Tesoro sei partita in grande...vedo solo ora:'non é ver??? la tua nuova casa e tanti tanti auguri.

    Hai fatto un pesto degno in nuova casa, magnifico profumo.
    Un'abbraccio grande
    pat

    RispondiElimina
  4. ben arrivata...io apprezzo molto la tua fatica anche perchè su splinder facevo sempre casino e non ti firmavo mai i commenti....ihihi allora buon nuovo inizio e un abbraccio e dammi un po' di pestooooooooooo

    RispondiElimina
  5. Complimenti, bella la nuova casa e la nuova veste!
    E bellissimo anche questo pesto...chissà che profumo particolare col tartufo!Buona domenica, ciaooooo!

    RispondiElimina
  6. Ben arrivata nel tuo nuovo blog!!! Poi mi spiegherai a quattr'occhi il cambio di radici!!! Bella la tua interpretazione .... Quando ci sono delle iniziative a cui partecipare passamele per favore, forse non riuscirò a farle tutte (non sono una bloggerina eccellente come te!) ma ci proverò. Ci vediamo martedì al bar??? Baci

    RispondiElimina
  7. WOW!!!! Che bella novità! Anzi due!!!
    Il pesto col tartufo e tu su Blogger! :D
    Anch'io ho partecipato a questa raccolta... ma indirettamente... infatti Kat e Remy, i nostri Cuochi di Carta Valdostani, mi hanno segnalato tra le loro proposte di pesto ^__^ Forte vero?!
    Un bacione e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  8. complimenti per la tua nuova casetta!
    molto accogliente...
    anche a me piace molto "pestare" e non avevo mai pensato di farlo anche con il tartufo... appena posso ti copio l'idea!
    buona serata! a presto!

    RispondiElimina
  9. Maya: Il tartufo mi è stato regalato da una cara amica ed è scattata subito l'idea pesto!
    Alex: I semi di papavero sono difficili da frantumare ma l'effetto e l'aroma che ragalano è delizioso, meglio tostarli prima
    Patty: Grazie!!!!! Ti abbraccio forte:)
    Lo: Ma adesso mi mancherà il fatto che non ti firmi:))))
    Eli: Vengo ad aggiornarti sulle raccolte
    Simo: Grazie!
    Gatadaplar: Vado a sbirciare allora!
    Essenzadivaniglia: OK! Sappimi dire!
    Elga

    RispondiElimina
  10. Elga congratulazioni per la tua nuova casa, molto ordinata con tutte le sue cosine a posto, il pesto che dire adoro il tartufo, epoi con i semi di papavero è proprio il tuo pesto!!!
    Un bacio cara e buona serata

    RispondiElimina
  11. Benritrovata anche qui!
    Il pesto è veramente particolarissimo, da provare...
    :)
    Serena

    RispondiElimina
  12. wow benvenuta su blogger!!! anche io penso lo preferisco a splinder, approvo il trasloco! questo pesto è semplicemente fantastico, complimenti!

    RispondiElimina
  13. Ma sai che io con il pesto non ho un buon rapporto ? L'ho assaggiato una volta sola e....boh quell'odore troppo forte !!! Non so che dire. Pero' premio la fantasia, davvero particolare. Buona settimana :)

    p.s. casa nuova paghi da bere ??? Ahahhah. Bacio.

    RispondiElimina
  14. i complimenti per la nuova casetta te li hanno già fatti, io mi accodo.
    sul pesto...mi trovi un'alternativa alle nocciole?
    allergica...

    RispondiElimina
  15. Buono questo pesto! Mi piace l'idea di usare i semi di papavero...
    Un trasloco richiede sempre molto lavoro, ma eccoti già sistemata. :) Io però non ti chiamo poppy seeds, ma "semillas de amapola..." ;)
    Un bacio e buona settimana,
    Marcela

    RispondiElimina
  16. Sono di parte preferisco questa veste:)))) Molto carina e il pesto è molto originale...buona settimana!!!

    RispondiElimina
  17. Pesto di nocciole??? Interessante..ma come ti è venuta l'idea??
    Già ceh ci siamo ne approfittimo per dirti che abbiamo provato la salsa con pere, melanzane e pancetta ceh avevi usato per i talgiolini (post del 22 settembre), bè noi ci abbimo fatto un risotto...veramente buonissima!!
    bacioni

    RispondiElimina
  18. Ciao Elga provvedo a cambiare l'indirizzo !! Baci Lisa

    RispondiElimina
  19. voglio provare a farlo anche io con le nocciole del noccioleto del mio fidanzano...completamente bio!!!
    complimenti...io non metto solo il tartufi per gusti personali, ma la tua ricetta sembra ottima...cambio anche il link... allora...

    RispondiElimina
  20. Raffinatissimo pesto...io al posto del tartuvo che non amo ci iinfilerei qualche funghetto!!!

    Benvenuta su blogspot :)) mi piace il blog e poi faccio molta mno fatica a lasciarti un commento! Un bacio!

    RispondiElimina
  21. Ciao Elga!!!! Benventua su blogspot!!!! Un abbraccione noccioloso! Cat

    RispondiElimina
  22. Ady: Ho voluto inaugurare alla grande! Con i semi di papavero intendo!
    Serena: Grazie tesroro!
    Muffin girl: Ciao:))Grazie!
    Emilia: Ok ci sto! Dove ci troviamo per il brindisi????
    Enza: Mannaggia che sf...certo che con tutti gli alimenti che ci sono proprio alle nocciole?! Quindi niente sgarri..pensavo di abbinare al tartufo un pesto di crosta di formaggio..forse difficile da realizzare, ma la crosta del Parmigiano tagliata sottile e poi frantumata nel mortaio potrebbe essere buona buona, e le fave tonka?? Che dici?
    Marcela: Ma dai troppo bello!! Devo cambiare allora!!! Un bacio
    Elga

    RispondiElimina
  23. Paola: Grazie mi fa piacere ricevere la tua visita!
    Manu e Silvia: Brave:)) Vengo a vedere
    Lisa: Grazie cara!
    Cucina&Cantina: Anche le nocciole che ho utilizzato io sono bio, del vicino per l'esattezza, mio fornitore ufficiale:))
    Elvira: Il funghetto ci sta benissimo, anche non vedevo l'ora di traslocare!
    Giu&Cat: Grazie! Sono troppo contenta!!
    Elga

    RispondiElimina
  24. Weeeee! Che trasloco!!!! CHe bello! Ottimo questo pesto (non penserai di vincere ancora???) e per la richiesta che mi hai fatto, ma certo che puoi! Mi fa molto piacere.

    RispondiElimina
  25. Aggiornato! D'ora in poi verrò a trovarti qui :-)

    RispondiElimina
  26. che bello finalmente, sei arrivata qui,finalmente non dovrò ricordarmi di firmare i commenti; proprio sabato, il mio macellaio che va a tartufi, ce ne ha dato due...ora ho un bel pesto con cui usarli.

    RispondiElimina
  27. Blogger è decisamente la piattaforma migliore, a detta di tutti, quindi penso che abbia fatto bene a trasferirti, non ti preoccupare che non ti perdi i tuoi lettori solo per un cambio di indirizzo

    In Bocca al Lupo da Geillis

    RispondiElimina
  28. Benvenuta nuova piattaforma... e complimenti per il pesto.. nuovo nuovo anche lui!!! ;-)))

    RispondiElimina
  29. eccoti qua! cambio subito il link (e mi studicchio pure il tuo pesto eh ;-))
    anch'io mi trovo bene con blogspot: è semplice e immediato! in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  30. bentrovata nella tua nuova casa!!!
    vodo subito a modificare il link ;)
    a presto!!!

    RispondiElimina
  31. Ma che bella la tua casetta nuova, accogliente ed elegante! :-) Mi piace molto anche la ricetta del pesto al profumo di nocciole tostate ... slurp!

    RispondiElimina
  32. Ciao Elga! Benvenuta in blogger!!! Ora cambierò il link nella mia blogroll, in modo che sia tutto aggiornato...
    Questo pesto è fantastico, adoro il tartufo e le nocciole e tu li hai uniti sapientemente!!! Complimenti!
    Un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
  33. molto molto particolare questo pesto, davvero l'ideale per una pasta un pò "grezza" o integrale, buono!!!!
    baci Ely

    RispondiElimina
  34. Sento il profumo di questo originale pesto, da provare senz'altro.CD

    RispondiElimina

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Post più popolari