TARTELLETTA alla CRESCENZA e MELAGRANA

GialloZafferano ha chiesto ai forumisti del sito di fotografare un piatto destinato ad apparire sul loro calendario 2009, scegliendo una portata fra antipasto, primo, secondo e dolce. Quando ho letto sul loro forum di questa iniziativa stavo giusto facendo lievitare la pasta per queste tartellette, da sboconcellare in serata. Dovevo finire delle melagrane sul davanzale prima che se andassero da sole, alcune le ho spremute per ricavare il loro succo, che poi ho congelato e altre le ho sgranate per ottenere questi bellissimi chicchi rossi, lucidi e succosi.



Tartelletta alla crescenza e melagrana






Ingredienti per 15 -20 tartellette:
200 gr di farina Manitoba, 300 gr di farina 00, 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, 15 gr di lievito fresco, sale, 250 ml acqua, 2 melagrane grosse, 250/300 gr di crescenza.

Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, aggiungerlo alla farina insieme all'olio e iniziare a mescolare aggiungendo gradatamente l'acqua. Per ultimo il sale. Impastare per 10 minuti al fine di ottenere una palla liscia ed omogenea. Porre in una terrina coperta a lievitare per 2 ore.
Riprendere l'impasto e con questo, una volta manipolato per scaldarlo, foderare degli stampini da tartelletta unti con olio do oliva. Farcire ogni formina con la crescenza, livellando bene i bordi. Cuocere in forno a 180° per 15 minuti,



Tartelletta alla crescenza e melograna




Lasciare raffreddare e guarnire la superfice con i chicchi di melagrana. Accompagnare con vino bianco fresco, un Verdicchio di Jesi, va benissimo!

Commenti

  1. Elga, sono buone e colorate!! Io ho comprato solo una melagrana, pensavo proprio cosa farci...bella, bella idea la tua!

    RispondiElimina
  2. Che belle, l'aspetto è molto bello e coreografico, sicuramente saranno molto buone e particolari!

    RispondiElimina
  3. ciao!la foto è proprio degna di finire sul calendario...e la tartelletta...bè, la tua presentazione parla da sè!
    però una cosa te la dobbiamo riconoscere: hai avuto un'ideona su come utilizzare la melagrana...di solito snobbata nella cucina, se non per decorare il tavolo!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. la foto è bellissima e la tartelletta parla da sola per la bonta!!bravissima

    RispondiElimina
  5. A parte la foto che dire bella è dire poco...queste tartellette sembrano squisite!!!
    Bravissima davvero
    Un bacio
    Fra

    RispondiElimina
  6. Bella la foto e bella l'idea...poi (dopo il giallo) il rosso è il mio colore preferito!

    Ciaooooo

    RispondiElimina
  7. Che brava sembrano tanti rubini preziosi!! e chissa' che buona la tartelletta.
    Brava bellissima ricetta

    RispondiElimina
  8. wow, che splendore! che colori e chissà che gusto sopraffino! avevo commentato anche la splendida pasta qui sotto, che peraltro ricordavo e che vorrei provare presto con i funghi come te! ma non so come mai è sparito tutto :-/

    ps. mi vergogno, ma non ho mai mangiato la melagrana! ahah! un bacione!

    RispondiElimina
  9. Golose e bellissime anche da vedere sul calendario ci starebbero da Dio

    RispondiElimina
  10. Una foto veramente allegra e piacevole! Complimenti anche per l'abbinamento

    RispondiElimina
  11. Elvira: Grazie cara, l'unico neo sono i semini della melagrana per chi non piacciono
    Simo: I chicchi di melagrana hanno un colore bellissimo
    Manu e Silvia: Infatti è un peccato vedere questo frutto utilizzato poco
    Imma: Grazie sei deliziosa
    Fra: Ti piace? Mi fa piacere!
    Aiuolik: Questo rosso è fenomenale!
    Manuela: A me il formaggio piace ovunque, qui ci sta benissimo!
    Arietta: Noooo! Devi assolutamente assaggiarla! E' buona anche sgranata in un bicchiere di vino bianco!
    Cocò: Grazie mille, speriamo:)
    Annamaria: Bacione
    Twostella: Grazie cara!
    Elga

    RispondiElimina
  12. che meraviglia...sembra una poesia questa foto...e che fatnasia nell'accostare i sapori! bacio

    RispondiElimina
  13. Ciao Elga, è una bellissima foto e l'abbinamento mi incuriosisce molto...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. La melagrana è davvero scenografica, di grande effetto. Mi piace molto la foto e spero che verrà scelta.

    Un abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  15. Uhmmmm che bella Elga, arrivo in ritardo per un morso???? come al solito sono un po' fuori orario, troppe cose da fare...tanti in bocca al lupo per questa idea originalissima e di sicuro deliziosa.Un bacio forte forte sulla guanciotta

    RispondiElimina
  16. sono uno spettacolo!!!
    mese di novembre
    stupenda!!!
    ahahaha
    baciotti
    cla

    RispondiElimina
  17. quanto belle sono le tue foto?!?!

    RispondiElimina
  18. Sempre molto raffinata Elga, non c'è niente da fare... Adoro le tue foto, adoro le tue ricette... complimenti!
    Un bacio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  19. Ma che ideona con la crescenza e la melagrana!! Sei sempre una grande Elga cara!

    RispondiElimina
  20. Stupende! Sembrano dei piccoli scrigni pieni di rubini! Credo poi che la crescenza, morbida e dolce/salata, nell'asprino ed il croccante dei chicchi di melagrana trovi il suo perfetto complemento! Buone e scenografiche.

    RispondiElimina
  21. Che delizia per il palato e la vista complimentissimi e un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Innamorata come sono della melagrana, ed avendo con molto piacere provato la tua ricetta dei cupcke con i favolosi granellini rossi, appena finisco il cake che ho fatto poco fa mi cimento in questo!

    RispondiElimina
  23. Elga cara ma quanto stai diventando brava?? fai delle foto davvero belle ed ovviamente le tue ricette sono sempre un invito, devo farti proprio i miei piu' sinceri complimenti, ma tu gia' sai che ti amiro molto, ciao sally

    RispondiElimina
  24. La ricetta è ottima ma le foto non sono da meno... che bellissimi colori!

    RispondiElimina

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Post più popolari