PETIT PAINS AU CHOCOLAT

Pain au chocolat 2

Penso che una delle cose più belle per me sia potersi alzare pigramente alla domenica mattina, prepararsi un caffè in assoluta lentezza e avere a disposizione qualcosa di dolce da smangiucchiare mentre si gironzola per la casa, passando da una finestra all'altra, cercando ispirazione per la giornata.
E io come il tempo che ci accompagna in questi giorni, sono variabile nella sequenza delle mie colazioni...durante i giorni di lavoro, quando mi alzo al mattino presto riesco solo a bere del caffè, bollente e amaro, mentre quando sono a casa mi piace tantissimo concedermi questo piccolo lusso.
Questi piccoli panini al cioccolato, tanto francesi e tanto belli da vedere, rappresentano uno dei must in questione.
E' vero ci vuole tempo per preparare a dovere l'impasto, ma si viene ampiamente ripagati al primo morso.
Vi auguro di passare del tempo buono, davanti a cibo eccellente, e magari un bel sole caldo in questo fine settimana...

Pain au chocolat

Ingredienti per 14- 16 pains au chocolat:

400 gr di farina
1 bustina di lievito secco
10 gr di sale
40g di zucchero semolato
15 cl di latte tiepido
2 uova
150 g di burro
120 gr di cioccolato fondente

Preparazione:




Porre la farina in una ciotola capiente, aggiungere sale, zucchero, latte caldo, 1 uovo e lievito. Impastare il tutto. Quando la pasta è morbida e liscia, formare una palla e metterla nella ciotola coperta con un panno umido. Lasciare lievitare per 2 ore a temperatura ambiente (l'impasto dovrebbe raddoppiare di volume).

Premere l'impasto lavorandolo con i pugni chiusi poi ripiegarlo su se stesso   due o tre volte. Coprite nuovamente con un panno e conservare in frigorifero per 1 ora.

Spianare l'impasto in un rettangolo, dello spessore di 2-3 mm  e disporre lamelle sottili di burro sul centro dello stesso. Procedere con le pieghe di tipo 2. Lasciare ancora 30 minuti in frigorifero. Ripetere l'0perazione una seconda volta.

Ristendere la pasta in un rettangolo, quindi tagliatela in due per la parte più lunga e poi ancora in  rettangoli piccoli, all'incirca per ottenere da 12 a 14 rettangoli.

Posizionare il cioccolato fondente sminuzzato grossolanamente al centro di ognuno, e arrotolarlo su se stesso, non preoccupandosi se alcune gocce di cioccolato fuoriescono dal panino.

Disporre i pains au chocolat  su una teglia foderata di carta forno, ben distanziati tra di loro. Con un pennello spennellateli con il secondo uovo. Lasciate lievitare per un'ora a temperatura ambiente. 

Preriscaldate il forno a 180°, spennellate nuovamente i panini con l'uovo rimasto e fate cuocere  per circa 12-15 minuti. 

Commenti

  1. Ogni tanto li preparo anch'io e fare colazione con una di queste golosità è la premessa per una buona giornata; si può anche portarne uno in ufficio e allora è l'occasione per una pausa che riconcilia con il mondo.
    Claudette

    RispondiElimina
  2. buonissimi! le foto rendono bene la golosità! se riuscissi a prenderne uno! :-D

    RispondiElimina
  3. Elga, che piccoli capolavori! mi ricordano le colazioni francesi che, da troppo tempo, ahimè non faccio.... provvederò!
    ciao!

    RispondiElimina
  4. wow..perfetti..golosissimi!!!

    RispondiElimina
  5. quando leggo pain au chocolat non ci vedo più li adoro li ho provati e riprovati e ho sempre voglia di rifarli complimenti

    RispondiElimina
  6. Trovare il tempo di coccolarsi... Ti prendo in parola e questo fine settimana mi coccolo;) fantastici i tuoi panini al cioccolato ;)

    RispondiElimina
  7. sembrano usciti da una pasticceria francese!!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia Elga! li voglio assolutamente provare in settimana, come sopresa di colazione per la mia sorellina che si alza ogni mattina alle 6 per andare all'Univeristà!
    Che voglia di colazione francese... sempre in quelnostro bel posticino immaginario! buon weekend!

    RispondiElimina
  9. quanto hai ragione! di questa ricetta mi piace il fatto che ci sia il lievito secco, secondo me non lascia lo stesso sapore di lievito di quello fresco, quindi li proverò! bacioni!

    RispondiElimina
  10. Le tue foto e i tuoi scritti sono sempre belli e coinvolgenti, complimenti e un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Meravigliosi! Da provare! :-)

    RispondiElimina
  12. Claudette Hai ragione e mi viene da pensare che se me li portasi al lavoro verrei assalita di brutto ;D

    Acquolina@ Grazie ;D

    Babs@ Anche a me piacerebbe essere a Parigi per mangiarne a piene mani!!!

    Raffy@ Grazie!

    Giovanna@ Brava! Dacci ddentro con le auto coccole!

    Veronica@ E' vero quando li si prova poi danno dipendenza!

    Maia@ Grazie, troppo buona!

    Juls@ magari Juls, MAGARI!!!

    Aria@ Anche secondo me fa la differenza in questo caso, non sanno affatto di lievito

    Eleonora@ Grazie, sei molto gentile!

    Greta@ Siiiiii

    RispondiElimina
  13. Soltanto la visione mi "ricarcia le batterie" :-)

    Un bacio

    RispondiElimina
  14. ciao, lo so che è una domanda forse stupida, ma che cosa vuol dire 'pieghe di tipo 2'? grazie in anticipo, Valentina

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia sono davvero incantevoli! Bravissima, proverò la tua ricetta!

    RispondiElimina
  16. Un colpo al cuore..alzarsi tardi e fare colazione con queste delizie deve essere sicuramente piacevole, guardando la foto mi è tornata in mente un vacanza in Corsica fatta da piccola insieme ai miei genitori e soprattutto le colazioni di quella vacanza!Vorrei provare davvero questa ricetta, anche se non sono per niente sicura di riuscire ad ottenere i tuoi splendidi risultati!Marta

    RispondiElimina
  17. Che belle1 semplicissima pasta sfogliata con un goloso ripieno! appena sfornate devono essere state una meraviglia!
    complimentissimi!
    bacioni

    RispondiElimina
  18. Elga sono meravigliosi! un tuffo nel mio passato in Fracia quando ancora non sapevo di essere celiaca! sei stata bravissima, la sfogliatura è perfetta. Ci vorrei tanto provare senza glutine, se ci riesco ti faccio sapere :-D buona domenica e grazie :-DD

    RispondiElimina
  19. Sono le tue parole a farmi sognare... di un dolce risveglio, lento, pigro, con i primi raggi di sole che trafiggono le tende e colpiscono i mobili chiari, formando disegni danzanti... e un cestino di vimini traboccante di sfoglie burrose, da cui fa capolino un ammiccante ripieno di cioccolato...

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia!!!
    Ma per lievito secco intendi quello per pizza o quello di birra in granuli?

    Grazie e ciao
    Silvia

    P.S. Fai un solo giro e un solo riposo in frigo?

    RispondiElimina
  21. Valentina@ Hai ragione, ho dimenticato di mettere il link di rimando, eccolo qui ;D
    http://profumodilievito.blogspot.it/2007/10/le-pieghe.html

    Silvia@ Per lievito secco intendo quello di birra in granuli, eh, si mi sono accorta di aver scritto il post in fretta, tralasciando particolari come che le pieghe richiedono due giri e due passaggi in frigo, correggo, grazie

    RispondiElimina
  22. Le domeniche pigre..che meraviglia!Di più se accompagnate da leccornie come questa!bacione

    RispondiElimina
  23. Cara Elga che meraviglia...i dolci fatti con la pasta sfogliata sono buonissimi, se poi fatti in casa... complimenti!

    RispondiElimina
  24. C'è un premio per te:
    http://www.cucinaamoremio.com/2012/04/ho-vinto-il-premio-blog-portafortuna.html
    Ciao.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  25. Mmmh, libidine, da fare assolutamente!!
    Baci,
    Veronica

    RispondiElimina
  26. Amo le colazioni pigre e questi pains sarebbero ideali! che buoni e belli ti son venuti! E sempre un piacere perdersi tra le tue pagine!

    RispondiElimina
  27. anch'io adoro fare una bella colazione in totale relax!!! e se poi ci sono dei panini come questi si inizia divianmente la giornata!!!!!

    RispondiElimina
  28. E' un dolce piacere in tutti i sensi, che meraviglia queste pains au chocolat mi riempiono di ispirazione francese :-)

    RispondiElimina
  29. golosissimi!!! Poi le foto sono sempre fantastiche. ti lascio l'indirizzo del mio contest se ti va di sbirciare e cimentarti: http://rossolampone.blogspot.it/2012/03/sguardo-dolce-sapore-salato.html

    RispondiElimina
  30. ne vale davvero la pena visto il risultato!
    mi ricorda le mie colazioni parigine :)
    buon we

    RispondiElimina
  31. mammamia da quanto che non passavo...sono pigrissima virtualmente in questo periodo, sarà che non smette di piovere. Bisogna che mi dedico anch'io a questo tipo di preparazione, li compro sempre per "le bonheur" dei miei figli!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Post più popolari