FRITTO DI PESCE e SARDE ALLA GRIGLIA

Cucinare al barbecue



Le cene estive in giardino con gli amici sono uno dei miei appuntamenti preferiti. Il cucinare alla brace, le lunghe tavolate sotto il portico, la trasgressione del cucinare in quantità doppie..tanto siamo in tanti, il ronzio delle zanzare tenute lontano dal fortino di zampironi, il vino fresco..Insomma mi piace tutto da impazzire!


Braci


Sedia in giardino


L'ultima volta che ci siamo trovati abbiamo mangiato pesce. Una fresca insalata di mare a base di gamberi, seppie e polpo, per passare poi al fritto di pesce e alle sarde ai ferri. Da dove inizio?



Insalata di mare

Gamberi, seppie e polpo per questa insalata sono stati lavati e puliti e poi cotti in acqua bollente separatamente per alcuni minuti.

Per i gamberi: Una volta scolati vanno semplicemente conditi con olio e sale.

Per le seppie: Una volta scolate vanno tagliate a pezzi e condite con prezzemolo fresco tritato, sedano tagliato a pezzettini, sale e olio extravergine di oliva.

Per il polpo: Scolato e tagliato a pezzi, viene condito con pomodorini, sedano e prezzemolo. Olio e sale per finire.

Nulla vieta di assemblare l'insalata di mare mescolando da subito gli ingredienti. In questo modo però si lascia l'opportunità di gustare un singolo sapore alla volta, per poi mescolare e condire con un cucchiaio di buona maionese.

Sarde

La sarda sarà anche il pesce più povero, ma io lo amo follemente. Sono però incapace di pulirlo, proprio non ce la faccio a staccare la testa e a eviscerarlo e quindi delego..come la cucina alla brace del resto!

Una volta lavate e pulite, vanno buttate sulla griglia così, al naturale, perchè il sapore della loro carne, con questo metodo di cottura non richiede altri ingredienti.


Sarde ai ferri

..E la cosa migliore è mangiarle direttamente con le dita, quando sono ancora bollenti dalle braci!

Fritto

Per questo meraviglioso fritto sono stati buttati nell'olio bollente:

Anelli di seppia, ciuffi di calamaro, sardelle, gamberi e scampi.

Il segreto per ottenere un buon fritto è sicuramente l'utilizzo di olio per frittura ad alte temperature, altrimenti il pesce si affloscia e non diventa croccante, ma bensì un agglomerato poltiglioso immangiabile. Vivendo lungo la costa adriatica siamo gente esperta del mangiare un buon fritto, per noi rigorosamente in olio di semi di arachide e non di oliva.

Lavare accuratamente il pesce, asciugarlo tamponandolo con carta assorbente (importante che il pesce sia asciutto così al contatto con l olio bollente non farà schizzi pericolosi) e sistemarlo in una capiente terrina. Iniziare a infarinarlo con farina 00, setacciandola e muovendo in continuazione il pesce, in modo da infarinarlo uniformemente. Non caricare troppo il pesce di farina, basta un passaggio, così da ottenere la crosticina.

Quando l olio avrà raggiunto la temperatura ottimale..( io non possiedo un termometro e mi regolo tuffando nell'olio un pezzetto di pane o immergendo il manico di un cucchiaio di legno, se fa le bollicine intorno, è pronto), scrollare la farina in eccesso e tuffarvi il pesce. Non mescolare, al massimo muoverlo con una schiumarola. Quando sarà di un bel colore dorato è ora di tirarlo fuori dall'olio e di sistemarlo in un vassoio ricoperto di carta paglia o carta assorbente senza ammassarlo, ma tenendolo ben allargato sul vassoio. Salare e servire con spicchi di limone.



Al camino


Il camino

28 semi di papavero:

Lisa ha detto...

Ecco perchè vogliamo cambiare casa! Questo è il motivo per il quale sentiamo la viscerale necessità di avere un giardino...orto e cene all'aperto con gli amici, che meraviglia!
Non vorrei sembrare esagerata ma queste sono le cose che ti fanno davvero apprezzare la vita! Se poi mi grigli le sarde e mi fai la frittura mi sciolgo proprio del tutto :-D
Lisa

Paoletta S. ha detto...

Confesso che la ricetta non l'ho letta, che tanto non posso grigliare, anche se il giardino ce l'ho, quasi, quasi m'hai messo voglia ... ;-)
Però una cosa te la devo dire, belle le foto, ma la prima, la prima è spettacolare, brava!!

Federica ha detto...

caspita una meglio dell'altra....complimenti!

Elga ha detto...

Lisa@ In pieno accordo con te! Il giardino con il camino non è mio, ma del amico-vicino

Paoletta@ Noooo mi fai arrossire!!!!

Federica@ Grazie, un bacione

Mariluna ha detto...

mi associo a Paoletta anche se esperta come lei proprio non sono ma queste foto sono spettacolari, l'ambiente che hai vissuto é visibile perfettamente e per le ricette....viva le ricette semplici e conviviale che negli ultimi mi gira in torno pure a me. Un bacio affettuoso!

Grazie per l'SMS e scusa se non ti ho risposto, ultimamente vado di fretta!

genny ha detto...

foto perfette e ricette semplici e forse anche per questo fantastiche...(e le sarde grigliate rientrano nel mio regime nazista dei prossimi mesi...)..e rendere la semplicità non è cosa semplice..come sempre ti rinnovo i miei complimenti...

dada ha detto...

Ci fai sentire ancora in vacanze sento il profumo della brace e il venticello fresco. Bellissime foto (soprattutto la brace)! Anch'io ho fatto una scorpacciata di carne o pesce alla griglia, cosi' stiamo a posto per l'inverno no?

fiOrdivanilla ha detto...

io delego invece il fritto, ma non solo da fare... ma anche da mangiare:D per il resto.. mi hai messo un'acquolina che non immagini. Il pesce così è il meglio che si possa desiderare, in tutta la sua purezza, con i soli essenziali ingredienti che ne risaltino la bontà e la freschezza!

Luca and Sabrina ha detto...

Le serate più belle sono quelle romantiche, con l'atmosfera giusta, e quelle con gli amici. Grigliata è sinonimo di convivialità, se poi ci aggiungi il pesce, noi tocchiamo il cielo con un dito. Ottimo tutto, dall'insalata di mare, alle sarde, al fritto, qui poi ci illuminiamo! Non sappiamo che vino avete stappato, ma sarà stato perfetto!
Baci da Sabrina&Luca

Aiuolik ha detto...

Anche io adoro le grigliate estive e mi hai fatto venir voglia di chiamar subito gli amici qui con tutto questo cibo buonissimo!

Giò ha detto...

adoro le grigliate, la cosa che mi manca di più nella mia casa, che peraltro adoro, è proprio un terrazzo o uno scamplo di giardino agibile per grigliate e co.
alla prossima seratina a base di pesce non è chi m'inviti? porto il dolce!

Fra ha detto...

Le grigliate con gli amici sono uno di quei piaceri della vita davvero irrununciabili. L'atmosfera gioiosa che si crea in questo tipo di cene è unica e magica, ci si sente più liberi! Grazie per queste bellissime immagini che hai condiviso con noi
Un bacione
fra

Francesca ha detto...

Mi hai fatto venire una voglia...

Claudia ha detto...

io voglio iniziare da quell'insalatina lì, ma siccome mi porto il piatto grande, metto tutto dentro separato idealmente da spazi infinitesimali d'aria, poi mi siedo su quella seggiola che per miracolo è rimasta vuota (per me) e mangio
:)
*
fa vo lo so!
cla

SABINA ha detto...

che belle foto, complimenti... arrivo da te tramite paoletta, e mi sto gustando tutto il tuo blog :)

Ciboulette ha detto...

Viene davvero voglia di venire li da te a fare una cena in giardino!

Quando vado al mare in Puglia se posso prendo il polpo arrosto, (magari nel panino!) che pero' a casa non oserei mai fare, per paura che venga durissimo...

SU quella bella brace pero' proverei!!
Un bacio!

Il gatto goloso ha detto...

Che belle foto e che bei racconti... quanto vorrei anche io un giardinetto! :-)

Konstantina ha detto...

Sono d'accordo con Paoletta, le tue foto sono tutte bellissime, ma la prima è meravigliosa!!
La frittura di pesce (e il pesce in genere) è una delle cose che mi mancano di più in assoluto qui in Germania...anche un giardino non sarebbe male;))

Morena ha detto...

Mi piace venire nel tuo blog ed oltre alle ricette favolose ammirare le tue foto...sono sempre incantevoli!!!

ciao Morena

alessandra (raravis) ha detto...

a me, le tue foto emozionano, assolutamente. Oltre il gusto personale, oltre una valutazione tecnica, oltre una scelta di estetica, oltre tutto. Nothing compares to you.
Ciao
ale

luby ha detto...

ho provato a rubacchiare una sarda dallo schermo tanto sembrano così vicine a me!
mmmmmmmmmmmmmmm che delizia!

Pippi ha detto...

Che meraviglia, Elga, le cene d'estate con gli amici... e avete preparato un menù golosissimo, le sarde alla brace devono essere divine!!!!
un bacione!!!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Evvai grigliatina di sarde per il fine settimana (io trasgredisco e preparo il ripieno per il pancino ...)
Baci

daniela ha detto...

non saprei cosa scegliere!!!!!!
baci

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Per un fritto di pesce io farei pazzie. Pazzie!
Che meraviglia di foto Elga. Baci
Alex

katty ha detto...

le tue foto sono stupende!!! il pesce lo adoro!! baci!!

manu e silvia ha detto...

Eh...le cene di pesce son tutta un'latra cosa! poi se rustiche ed improvvisate con gli amici...ancora meglio!
Ok, passiamo per le sarde, ma una mega porzione di fritto misto e l'antipastino lesso ce le fai vero??
un bacione

Andrea ha detto...

ottimo!!! io e i miei amici amiamo fare la grigliata di pesce

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs