BRIOCHE ALL'UVA ROSATA

Briochine







Paoletta ha lanciato un altro giochino, questa volta a sfondo autunnale. La scelta degli ingredienti mi ha portato verso queste brioche, soffici e nemmeno troppo dolci, perfette per una domenica mattina.

L impasto di pasta brioche prevede l impasto con uova e burro mescolato a un lievitino, seguendo le basi della ricetta delle Sorelle Simili, poi un giro di pieghe, la lievitazione e infine la cottura.

Pochi e semplici passi, guardate.

Ingredienti:

Per il lievitino
Sciogliere 20 gr di lievito fresco in una tazzina di latte tiepido. Aggiungere farina fino a ottenere un impasto consistente. Non impastare a lungo ma solo il tempo per amalgamare il liquido alla farina. Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Pasta Brioche
350 gr di farina di forza
100 gr di burro
40 gr di zucchero
2 uova
10 gr di sale
latte q.b per impastare

Nella planetaria versare la farina, il burro morbido, il sale, le uova e lo zucchero. Con il gancio per impasti iniziare a mescolare a velocità 2 per 2 minuti aggiungendo gradatamente il latte all'incirca 50-60 gr.
Proseguire impastando a velocità 5 per 5 minuti.

Nel frattempo riprendere il lievitino e stenderlo sul piano di lavoro infarinato senza allargarlo troppo. Sistemarvi al centro l'impasto di pasta brioche eformare un pacchetto chiudendo con i lembi del lievitino. Iniziare ad impastare a mano finchè i due impasti si saranno perfettamente amalgamati.
Sistemare l'impasto ottenuto in una terrina infarinata, coprire con un cannovaccio e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Riprendere l' impasto, sgonfiarlo con le mani, e stenderlo in un rettangolo alto un dito con il mattarello. Procedere con le pieghe di tipo 2, coprire a campana e lasciare riposare dieci minuti.




Fasi delle brioche all'uva





Ristendere la pasta in un rettangolo e tagliare tante strisce quanta la lunghezza del rettangolo, spesse due dita. Allargarle leggermente con le mani o con il mattarello e sistemarvi per il senso della lunghezza degli acini di uva rosata aperti e privati dei semi. Chiudere la pasta su se stessa e arrotolarla a mò di chiocciola.
Sistemare le brioche su una teglia foderata di carta forno, decorare con granella di zucchero e lasciare lievitare una trentina di minuti.
Infornare a 180° per 10-12 minuti.



Briochine 2

Queste briochine partecipano al Giochino d'autunno di Paoletta.

30 semi di papavero:

spighetta ha detto...

Umh...devono essere molto invitanti...immagino di sentirne in casa l'odore la domenica mattina!!!

Gambetto ha detto...

E'una vita che ho annotato questo tipo di impasto, ma vuoi un motivo vuoi le coincidenze non l'ho mai provato. Mi hai nuovamente riacceso il desiderio di provarlo. La preparazione è deciamente di quelle che prediligo quindi non posso far altro che complimentarmi con te nella speranza che i miei risultati lontanamente si avvicinino a questi! :-)
Buona giornata

Arietta ha detto...

Cara Elga, come mangerei volentieri una, ma anche due, tre...di queste piuttosto che le mie fette biscottate integrali...anche se ingentilite dalla marmellata home-made!
Buona giornata!

Genny ha detto...

io le ho già aprezzate di là....fantastiche!

Ciboulette ha detto...

Quanto sono belle queste rose con l'uva rosa dentro, Elga....sei eccezionale, davvero :))
Un bacio!

Camomilla ha detto...

Elga sono sensazionali queste briochine autunnali! L'impasto lo conosco bene ed effettivamente si presta ad un'infinità di varianti. Si possono congelare vero?
Un bacione!

Sandra ha detto...

Un paio di briochine qui grazie mamma Elgaaaaa!
:-P
devono essere golosissime
un abbraccio grande

Cuochella ha detto...

si vede che le hai realizzate proprio con tanta cura, sono belle lisce ed omogenee, e graziosissimi quegli acini che sbucano fuori, mi ricorda un po' un nido con degli uccellini che fanno capolino (forse dovrei smetterla di mangiare pesante la sera...)
graziosissime anche quelle pepite di zucchero messe sopra, adatte per una domenica mattina? MA SEI MATTA! quelle sono adatte per tutte le mattine, e anche la sera prima di andare a dormire!

Simo ha detto...

Complimenti Elga, devono essere fantastiche...e complimenti anche per le foto, parlano da sole!

Mary ha detto...

Complimenti , che belle queste brioschine!

Marta ha detto...

che dire...sei davvero bravissima! Mi sa che sei in pole position per il giochino dell'autunno!!!

Onde99 ha detto...

Insisto... è ingiusto che soltanto io la mattina trovi appena il tempo di strozzarmi con due frollini... A volte mi dico che sarebbe carino preparare qualcosa di più elaborato, ma con la fretta tanto non riesco a mangiare... Mi piace molto, invece, prendere il the nel pomeriggio e credo che queste briochine si adattino benissimo anche a quello, no?

Babs ha detto...

che belle! ciao elga :-)

Saretta ha detto...

che calore che emanano!!!!
Prima o poi mi cmenterò in queste preparazioni!
bacione

Gaia ha detto...

Mi hai fregato la seconda idea!!
;-)
Dopo la torta al gorgonzola e noci, volevo provarea fare qualcosa di dolce, tipo quello che hai fatto te..
Magari ci provo lo stesso.. eh?
Comunque, bella idea. E in bocca al lupo per il giochino!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

che buone che sono elga sono soffici e invitanti e con il freddo di questi girni queste danno un calore immediato anche per lo spirito:-)
bacioni imma

Fra ha detto...

Eccezionali....mi sembra di poterne sentire quasi il profumo! Bravissima Elga, anche le foto sono stupende
Un bacione
fra

Giò ha detto...

il mitico impasto delle mitiche sorelle! il risultato è magnifico!

manu e silvia ha detto...

Buonissime queste brioches...davvero golose e soffici..e chissà che sapore!!
bacioni

dada ha detto...

Affonderei i queste nobili briosce autunnali ;-) Buona serata

Rossa di Sera ha detto...

Elga, che magnifiche briochine!...Vorrei una susito e un'altra domani a colazione..
Sei incredibile!
Baci!

fiordisale ha detto...

lo sapevo che facendomi un giretto (e già mi sa di miracoloso :-)!) avrei trovato ispirazione, bella proprio una bella faccia sta brioscia. Quanti giorni dura? nel senso se sta li qualche giorno si rovinano?

fiOrdivanilla ha detto...

e dopo le varie schiacciate viste in rete con l'uva... ecco la brioche!! :)
bellissima la tua, fantastica! Brava Elga..

germana ha detto...

Grande Elga!!!!
Bellissime queste brioches

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Che meraviglia di impasto Elga! Io verrei tutte le mattine a fare colazione a casa tua. Sforni una meraviglia dopo l'altra.
Ti abbraccio e ci vediamo domani con il pane :-)
Alex

Elga ha detto...

@Gì:
Quanto tempo:)) Le brioche sono rimaste buone per tutto il giorno dopo, belle morbide...poi sono finite e non lo so..ma non essendo preparate con il lievito madre non credo tanto nella loro longevità!

Aiuolik ha detto...

Ma queste briochine sono stupende!!! Leggendo gli ingredienti non ci avevo proprio pensato e brava Elga!

Paoletta S. ha detto...

La brioche la conosco, l'idea è bellissima e sicuramente ottima, grazie elga :))

FairySkull ha detto...

che belle e buone !!

Genny ha detto...

ma bravissima!!!

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs