E' AUTUNNO, SERVE UNA CIAMBELLA...

Ciambella

Siamo in autunno e con una cadenzialità al limite della precisione le mie amiche ed io, ci ritroviamo a preparare la prima sfoglia per i cappellacci di zucca.
Ancora in T-shirt, e non ci sembra vero, con un bicchiere di vino ad attenderci alle nostre spalle, c'è chi tira la sfoglia, chi la taglia, chi la farcisce e chi chiude i cappellacci, scaldate dai raggi di sole, che sembra quasi non ci vogliano lasciare quest anno.
Mentre i bambini fanno merenda sgranando melagrane mature staccate dalle piante e giuggiole succose mangiate a piene mani, noi amiche ce la passiamo, pregustando una cena deliziosa.
Ma non ci facciamo mancare una bella merenda neppure noi, una ciambella, semplice e essenziale, come le cose di cui avrei tanto bisogno adesso. Solo uova, latte, farina e zucchero, e una ricca cassa di mele rosse appena raccolte a fare da tavolino.

Melagrana


Per i cappellacci di zucca:
Calcolate un uovo di sfoglia a commensale
Un etto di farina da sfoglia per ogni uovo
sale
zucca cotta al forno
zucchero qb
sale qb
Parmigiano Reggiano grattugiato qb
noce moscata
So che il qb è una dose che irrita molti ma per i cappellacci non si possono fornire grammature: dipende tutto dalla qualità della zucca che avete sottomano. Questa estate appena trascorsa caldissima ci ha regalato un raccolto di zucche grandiose, dolci e asciutte, perfette per il ripieno di questa pasta. In questo caso la polpa è stata condita pochissimo.
Impastare la sfoglia, lasciarla riposare un ora coperta da un canovaccio, quindi tirarla o al mattarello o con la macchinetta in quadrati. Farcire ogni quadrato con abbondante ripieno, chiudere e stendere su un vassoio infarinato.
Tuffare i cappellacci in acqua salata bollente e una volta scolati, condire con burro fuso e salvia o ragù.
Consiglio: Una volta tirata la pasta non lasciatela asciugare troppo all'aria prima di farcirla e chiuderla, rischiate così di perdere la naturale collosità dell'impasto. Lavorate velocemente e in sincronia.

Cappellacci

Ciambella
Ingredienti
130 gr di zucchero
330 gr di farina
70 gr di fecola
100 gr di burro morbido
2 uova
220 gr di latte intero
1 bustina di lievito
Mescolare, farina,fecola, zucchero e lievito in una terrina. Aggiungere un quarto di latte e le uova.
Continuando a mescolare, aggiungere il burro tagliato a pezzetti piccoli e il latte rimanente.
Versare l'impasto ottenuto in uno stampo da ciambella leggermente imburrato e infornare a 180° per 40 minuti.
Spolverizzare con zucchero a velo.

Luce

18 semi di papavero:

Francesca ha detto...

uhhhhh, quanto mi piacciono!!!!!!!!!!!!!

Ciboulette ha detto...

in questo periodo sono alla ricerca di torte semplici da colazione, da fare in poco tempo, per cui questa la prendo e la porto via :
ti abbraccio forte, Elvira

Anna ha detto...

Provo una sana invidia! Mi piacerebbe molto avere delle amiche con cui condividere la passione per la cucina e sopratutto avere uno spazio dove ospitarle e poter cucinare con loro. Un abbraccio grande

natalia ha detto...

sai creare delle bellissime atmosfere, ecco perchè mi piace passare di qui! baci

Patrizia ha detto...

voglio unirmi a voi per imparare i cappellacci ma anche per una fetta di ciambella che é il dolce che preferisco in "certi momenti" come questo adesso!!!!!

Saretta ha detto...

Che bell'abitudine avete!Io pure nell'we ho fatto scorpacciate di giuggiole e melograno!

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

sia la ciambella che i cappelletti sono da invidia ^__^
bravissima
lia

viola ha detto...

ciao Elga, io adoro i cappellacci di zucca, o tortelli come li chiamo io e come li mangio di solito. Vorrei tanto farli! E' troppo tempo che non li mangio....Grazie della ricetta!
Un bacione

sere ha detto...

molto suggestive queste foto, mi piacciono! e anche tanto la zucca!!

Titti ha detto...

Tutto magnifico!!! I capellacci, la ciambella, l'atmosfera! Bravissima!!! baci grandi

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Non appena ho letto il titolo mi sono sentita a casa. Come sempre passare di qui mi regala momenti sereni e mi diverto ad immaginare le situazioni che racconti così bene. Un abbraccio, mi prendo sia i cappellacci che un piattino di ciambella ;)

Gio ha detto...

le nostre melagrane non sono ancora mature :( ma le spettiamo con ansia!
ottimi i cappelletti di zucca e la ciambella una semplice bontà!
in questo periodo faccio tante torte, sarà l'autunno? :D
buona settimana

Valentina ha detto...

che brave...i cappellacci fatti in casa!!!!vi invidio un sacco!

arabafelice ha detto...

Finalmente "vedo" davvero l'autunno: grazie, Elga :-)

Manuela e Silvia ha detto...

meravigliose entrambe! i cappellacci casalinghi vorremmo proprio provarli..e al ciambella, bè..ci stà tutta!
bacioni

claudia ha detto...

però anche tu...dai non si racconta così una giornata facendo morir d'invidia le tue amiche lontane suuuuuuu!
ahahahah
Elga, mi viene la nostalgia di te
:*
Cla

Pulcinetta ha detto...

Cara Elga, ti seguo da lungo tempo ma non ti ho mai scritto...ho fatto ripetutamente alcune tue torte (quella di vaniglia che ho soprannominato "vanilla cloud cake" è ormai uno dei miei cavalli di battaglia!!!). Ieri ho fatto questa buonissima ciambella alla quale ho aggiunto anche la mia amata uvetta (ca. 175g). Buona! Come sempre! Avevo voglia da tempo di ringraziarti per le tue preziose e deliziose ricette!
Un abbraccio,
Ilaria

Elga ha detto...

Cara Ilaria, mi fa sempre piacere sapere che a qualcuno è piaciuta tanto una mia torta al punto da inserirla nel suo ricettario! Proverò la tua versione con uvetta al più presto! Baci

Posta un commento

Se volete lasciare una traccia del vostro passaggio io ne sarò felissima! Per gli utenti non blogger, cliccate su Anonimo ma ricordate di inserire il vostro nome nel commento. Buona lettura!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs